Giordanengo cooptato nel cda Banca Reale con la top manager Monica Ciceri (CnhI)

Nuovo riconoscimento professionale per il torinese Guglielmo Giordanengo. Il noto e stimato avvocato è appena stato cooptato nel consiglio di amministrazione di Banca Reale, controllata di Reale Mutua presieduta da Luigi Lana, dove è subentrato al compianto Marco Weigmann. Con Giordanengo è stata cooptata anche Monica Ciceri, top manager di Cnh Industrial (gruppo Exor).
Figlio d'arte, 46 anni il 20 di questo mese, Guglielmo Giordanengo, laureatosi nel capoluogo piemontese nel 1998 con lode e menzione, dopo la pratica con l'illustre penalista Cesare Zaccone, ha superato l'esame di abilitazione nel distretto della Corte d'Appello di Torino come primo classificato. Ed è risultato primo anche per il dottorato di ricerca in diritto penale italiano.
Specializzato in Diritto penale societario e fallimentare, igiene e sicurezza del lavoro, reati tributari e finanzieri, Guglielmo Giordanengo può vantare numerose affermazioni professionali, premi, oltre che pubblicazioni su riviste specializzate, docenze, collaborazioni con vari organismi italiani e internazionali. Fra l'altro, è presidente dell'organismo di vigilanza della Juventus, di Cnh Industrial e di Abbott Medical Italia. E' anche professore a contratto di Diritto penale progredito all'Università del Piemonte Orientale.
Lo studio Giordanengo Avvocati Associati è formato anche dagli avvocati Roberto Calleri di Sala, Maurizio Anglesio, Simona Carosso, Matteo Mario Letorio e Stefano Valentini.