Fondazione Crc promuove il crowfunding selezionati dieci progetti per il Cuneese

Sono dieci i progetti selezionati per la prima edizione di “Crowdfunding 2020”, la nuova iniziativa promossa da Fondazione Crc di Cuneo, in collaborazione con il partner tecnico Rete del Dono, per aumentare la sostenibilità economica delle organizzazioni del Terzo Settore della provincia di Cuneo e accrescere il senso di partecipazione e aggregazione delle comunità locali. Per aiutare le organizzazioni a realizzare una raccolta fondi di successo, la Fondazione Crc ha offerto a tutti i progetti selezionati un percorso formativo online e un servizio di accompagnamento a cura di Rete del Dono. Le campagne di crowdfunding sono attive dal 6 novembre e, al temine del periodo di apertura, la Fondazione Crc raddoppierà le donazioni raccolte fino a un importo massimo di 5 mila euro per ciascun progetto. Inoltre, per garantire l’ottimizzazione delle donazioni raccolte, la Fondazione coprirà tutti i costi di utilizzo della piattaforma e di commissione sulle singole donazioni.
Il crowdfunding è una modalità di raccolta fondi attraverso piattaforme online dedicate che consentono a singole persone e organizzazioni di donare somme di denaro per realizzare specifici progetti. Oltre a essere uno strumento per attrarre nuove risorse, diversamente difficili da attivare, il crowdfunding diventa anche uno strumento di comunicazione e di creazione di comunità.
I dieci progetti selezionati, che è possibile scoprire e sostenere sul sito di Rete del Dono alla pagina https://www.retedeldono.it/it/fcrc-crowdfunding-2020 sono: Deve pur esserci un’uscita (La Collina degli Elfi) per realizzare un labirinto sensoriale dedicato a soddisfare le esigenze fisiche, psicologiche, riabilitative, curative e sociali di minori in remissione da malattie oncologiche e le loro famiglie; Pallavoliste in forma (LPM Pallavolo Mondovì) per migliorare e potenziare la sala pesi dedicata al settore giovanile, che conta oltre 250 tesserate; Vivolibro.it tra scuole e lettura (Fondazione Bottari Lattes) per collegare in un’unica rete studenti e insegnanti, attraverso una piattaforma dedicata, con laboratori e progetti dedicati alla promozione della lettura; Co-design camp Cuneo (FabLab Cuneo) per costruire un ambiente di coprogettazione dove ragazze e ragazzi, attraverso la stampa 3D, arrivino alla prototipazione e realizzazione personalizzata di oggetti a basso costo, in grado di supportare persone con disabilità nella vita di tutti i giorni; #Insieme: unopertutti tutti peruno (Asd Promosport) per promuovere la pratica sportiva da parte di minori in un’ottica inclusiva; SmART Visit per tutti (Associazione culturale Colline e Culture) per garantire l’accessibilità universale ad alcuni beni culturali di Langhe e Roero, attraverso la realizzazione di mappe sensoriali e tattili, percorsi uditivi e olfattivi e pannelli multisensoriali; Keep Clean And Run for Peace (Aica Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale) per realizzare un documentario di sensibilizzazione ambientale dedicato alla sesta edizione della corsa “Keep clean and run”; Riportiamo il cinema a Racconigi! (Associazione Cantoregi) per acquistare un proiettore professionale da installare nella Sala Soms di Racconigi; Suono per te (Associazione Estemporanea) per attivare borse di studio dedicate a garantire la partecipazione di minori a corsi annuali di perfezionamento musicale, in collaborazione con realtà del territorio; A cavallo di un sogno (SportAbiliAlba) per rendere totalmente accessibile da parte di persone con disabilità il maneggio di Roddi.
“A partire dal 2017 la Fondazione Crc – ha spiegato il presidente, Giandomenico Genta - ha avviato, con il progetto Donare, un asse di interventi dedicato a rafforzare nella nostra comunità lo spirito di condivisione e partecipazione. Il progetto Crowdfunding 2020 prosegue il cammino intrapreso, valorizzando lo strumento del crowdfunding quale leva per attrarre nuove risorse e coinvolgere attivamente i cittadini nella realizzazione di progetti di utilità sociale promossi dalle organizzazioni non profit del territorio, su tanti ambiti diversi”.