Compagnia di San Paolo: ecco le cariche per le quali ci si può candidare

La Fondazione Compagnia di San Paolo ha pubblicato l’elenco degli enti e delle società con le cariche in scadenza per le quali ha potere di nomina/designazione. In vista di tali rinnovi, la Fondazione invita gli interessati a presentare la propria candidatura inviando all’indirizzo candidature@compagniadisanpaolo.it il proprio curriculum vitae, da compilare secondo il format in pdf allegato a nella sua pagina web e copia di un documento d’identità. È possibile candidarsi per un massimo di tre posizioni complessive. La candidatura deve essere presentata tramite un’unica e-mail, nella quale occorre specificare per quale posizione ci si intende candidare in via prioritaria. Le candidature potranno essere presentate entro il 31 gennaio 2021.
La ricerca e la selezione dei candidati per la carica possono essere effettuate anche con il supporto di società di executive search. E il possesso dei requisiti di onorabilità e di professionalità e l’insussistenza di situazioni di incompatibilità/ineleggibilità per l’assunzione della carica sono accertati dalla Compagnia di San Paolo con l’assistenza di uno studio legale. Comunque, la nomina/designazione viene deliberata dal Comitato di Gestione a suo insindacabile giudizio, contemplando sia le candidature pervenute entro il 31 gennaio 2021 sia profili interni alla Fondazione e ai propri Organi, laddove compatibili, sia ulteriori profili esterni.
Il processo di ricerca e selezione tiene conto di specifici criteri, quali la verifica preventiva dei requisiti di eleggibilità previsti dalla normativa di riferimento per la specifica società o ente (tra i quali, i requisiti di onorabilità e professionalità, quelli di genere, l’assenza di cause di incompatibilità/ineleggibilità e di conflitti di interesse, il rispetto dei limiti al cumulo degli incarichi, etc.); il possesso di comprovate e qualificate competenze professionali, nonché di un numero di incarichi compatibile con l’efficace svolgimento della carica, in relazione alle dimensioni, alla complessità e specificità dell’Ente o della Società partecipata considerati e del settore di attività in cui esse operano; l’equilibrata combinazione di genere, competenze e professionalità, finalizzata all’adeguata composizione complessiva dell’Organo. Laddove rilevante, inoltre, la Fondazione terrà conto di eventuali raccomandazioni dell’Organo uscente circa la composizione di quello nuovo.
Gli enti e società interessati sono: Fondazione per la Scuola (due consiglieri di amministrazione),
Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura (presidente, due consiglieri di amministrazione e Organo di Revisione dei Conti), Fondazione LINKS (quattro consiglieri di amministrazione), Associazione Studi e Ricerche per il Mezzogiorno (un componente il Consiglio direttivo) Fondazione Comunitaria del Verbano Cusio Ossola (un consigliere di amministrazione), Fondazione della Comunità di Mirafiori Onlus (due consiglieri di Indirizzo), Fondazione Comunitaria della Riviera dei Fiori Onlus (un consigliere di amministrazione), Fondazione Museo Nazionale del Cinema (un Revisore effettivo), Associazione Amici dell’Archivio di Stato di Torino (un componente il Consiglio direttivo), Fondazione Innovazione Sociale per l’Italia
(due consiglieri di amministrazione), Fondazione Istituto della Sacra Famiglia (un consigliere di amministrazione), Equiter S.p.A (presidente, un consigliere di amministrazione e un Sindaco effettivo), PerMicro S.p.A (un Sindaco effettivo e un Sindaco supplente), Ream Sgr S.p.A.
(un Consigliere di Amministrazione), SocialFare Seed S.r.l. (un Consigliere di Amministrazione).