"Campionato" squadre di Intesa Sanpaolo nel 3° trimestre primi Barrese e Rottigni Al 30 settembre è in testa Mauro Micillo

Stefano Barrese e, a sorpresa, Marco Elio Rottigni, primi, a pari merito, per le migliori performance delle “squadre” che guidano nel “campionato” 2020 riservato ai massimi responsabili delle sei divisioni di Intesa Sanpaolo, il gruppo bancario-finanziario-assicurativo che ha come principale azionista la Fondazione Compagnia di Sanpaolo, nonostante la quota ridotta a poco più del 6%. Entrambi hanno conquistato nove punti: Stefano Barrese, a capo della divisione Banca dei Territori con tre vittorie; Marco Elio Rottigni, numero uno della divisione International Subsidiary Banks con due successi pieni e tre medaglie di bronzo.
La divisione Banca dei Territori ha fatto registrare la migliore performance nel terzo trimestre per i proventi operativi (+5% rispetto al secondo trimestre), ammontati così a 2,016 miliardi; per i costi operativi (-1,7%), scesi a 1,227 miliardi e per il risultato della gestione operativa (+17,3%), pari a 789 milioni. La divisione International Subsidiary ha avuto la meglio su tutte le altre sia per il risultato corrente lordo (+30%), che nel trimestre è stato di 183 milioni sia per il risultato netto (+31,2%), ammontato a 133 milioni ed è finita terza per l'incremento dei proventi operativi netti (+0,9%), pari a 475 milioni; per i costi operativi (+0,1%), pari a 242 milioni e per il risultato della gestione operativa (+1,6%), salito a 233 milioni.
Sull'ultimo gradino del podio trimestrale è Tommaso Corcos, capitano della divisione Private Banking, con sei punti, conseguenti alla conquista di due medaglie d'argento: una per l'aumento del risultato corrente lordo (+7,8% sul secondo trimestre), cresciuto a 319 milioni e l'altra per il risultato netto (+7,7%), pari a 216 milioni.
Però, al 30 settembre, in testa al “campionato” 2020 delle divisioni di Intesa Sanpaolo si trova nettamente Mauro Micillo, responsabile della squadra Imi Corporate & Investment Banking. Al termine dei primi nove mesi dell'esercizio, infatti, può vantare quattro primi posti e un secondo. Figura al comando per l'incremento dei proventi operativi netti (+11,3% rispetto ai primi nove mesi 2019), saliti a 3,456 miliardi; per il risultato della gestione operativa (+16,7%), pari a 2,658 miliardi; per il risultato corrente lordo (+10,4%), pari a 2,308 miliardi e per il risultato netto (+9,2%), ammontato a 1,538 miliardi. La medaglia d'argento, poi, Micillo l'ha vinta per il calo dei costi operativi (-3,7%), tagliati a 798 milioni.
Subito sotto Micillo, nella graduatoria relativa al periodo gennaio-settembre 2020, si trova Nicola Maria Fioravanti, responsabile della divisione Insurance, con sette punti, conseguenti a tre secondi posti e una medaglia di bronzo. La divisione di Fioravanti è nella piazza d'onore per la crescita dei proventi operativi netti (+5,2%), a 956 milioni; per il risultato della gestione operativa (+5,1%), pari a 786 milioni e per il risultato corrente lordo (+3,1%), che è stato di 770 milioni. La medaglia di bronzo, infine, si deve al risultato netto (-4,4%), che è stato di 473 milioni.
Sull'ultimo gradino del podio di fine settembre c'è Tommaso Corcos, con sei punti, acquisiti con un secondo posto e quattro terze posizioni. La divisione Private Bankink è seconda per il risultato netto (-4,2% rispetto ai primi nove mesi dell'anno scorso), pari a 643 milioni; terza per i proventi operativi netti (-0,6%), ammontati a 1,453 miliardi; per i costi operativi (-1,3%), calati a 443 milioni), per il risultato della gestione operativa (-0,3%), pari a 992 milioni e per il risultato corrente lordo (-1,8%), che è stato di 949 milioni.
Fuori dal vertice della classifica del terzo trimestre e anche di quella dei primi nove mesi è rimasto Saverio Perissinotto, il quale è al comando della divisione Asset Management. L'unico piazzamento da podio l'ha ottenuto nel terzo trimestre con il secondo posto per il risultato della gestione operativa (+3,5%), pari a 155 milioni.