Bcc di Casalgrasso, accordo innovativo

Ricambio generazionale e mantenimento delle coperture welfare per i dipendenti della Bcc Casalgrasso e Sant'Albano Stura con l’accordo firmato dalla Fabi, le altre sigle e i vertici della capogruppo Cassa  Centrale Banca: per tre uscite volontarie, l’azienda si è impegnata, entro il 31 dicembre del 2021, ad assumere o stabilizzare a tempo indeterminato a partire da un minimo di due lavoratori. In più, e per la prima volta nel settore del credito cooperativo, ci sarà il versamento di “una tantum” di mille euro a carico dell’azienda sulla previdenza complementare a favore dei nuovi assunti.
«Confidiamo che quest’accordo possa essere il primo di una lunga serie di intese simili, perché coniuga alla perfezione le esigenze dei colleghi interessati all’uscita anticipata, le necessità aziendali di un intelligente ricambio generazionale e un’attenzione particolare nei confronti dei giovani assunti» ha commentato Federica Gerbaudo, componente del Coordinamento nazionale Fabi Cassa Centrale Banca. «Una convergenza d’intenti per sensibilizzare ulteriormente le nuove generazioni su un tema cruciale, quale la previdenza complementare, che dovrà garantire loro, tra molti anni, una pensione decorosa» ha commentato Raffaele Guerra del Coordinamento nazionale CCB e dipendente della stessa Bcc di Casalgrasso e Sant’Albano.