Al gruppo Silvateam di S.Michele Mondovì 10 milioni da Isp per nuova linea hi-tech

L’azienda Jrs Silvateam Ingredients ha ottenuto un finanziamento di 10 milioni di euro a valere sul plafond di sei miliardi che il Gruppo Intesa Sanpaolo ha destinato allo sviluppo dell’Economia Circolare. Nel Nord Ovest ne hanno già beneficiato 15 progetti, per un totale di 15 milioni di euro. La società fa capo al gruppo cuneese Silvateam (sede a San Michele Mondovì), attivo anche nel settore food ingredients, in particolare nella produzione di pectina e addensanti per l'industria alimentare. L’investimento della Jrs Silvateam Ingredients è finalizzato a una nuova linea produttiva, altamente efficiente e a basso impatto energetico. Servirà a produrre fibra alimentare a partire da uno scarto di produzione della pectina, il cosiddetto pastazzo, da cui si ottiene un ingrediente del tutto naturale e commercializzabile, completando il ciclo produttivo in maniera circolare e ecosostenibile. L’impianto verrà installato nello stabilimento di Rende (Cosenza).
Nel 2019 il gruppo Silvateam ha siglato una joint venture con la Josef Rettenmaier Holding Europa in base alla quale il gruppo tedesco, leader mondiale nel settore delle fibre vegetali, è entrato nel capitale della Jrs Silvateam Ingredients.
L’operazione, messa a punto dalla Filiale Imprese di Cuneo in collaborazione con la Sanpaolo Innovation Center, è indicativa della volontà delle migliori aziende del territorio di perseguire un piano di crescita responsabile e della loro capacità progettuale nonostante il difficile momento condizionato dalla pandemia in corso.
Massimiliano Bonzo, ceo di Jrs Silvateam Ingredients ha dichiarato: “L’operazione di nuova finanza perfezionata con il gruppo Intesa Sanpaolo, unitamente al supporto del nostro partner tedesco, sosterrà un ambizioso piano di investimenti che permetterà di sviluppare la società in modo significativo e nei tempi previsti”. Alessandro Battaglia, presidente Silvateam, gruppo attivo in più di 160 Paesi, con 700 dipendenti e un fatturato di oltre 150 milioni, ha aggiunto: “È la conferma della grande attenzione che il gruppo Intesa Sanpaolo ha verso le aziende che perseguono la loro crescita attraverso progetti sostenibili: gli investimenti che stiamo realizzando con la Jrs Silvateam Ingredients contribuiranno a realizzare un modello di business innovativo e circolare che ci aiuterà ad aumentare la nostra competitività sul mercato”.
Teresio Testa, direttore regionale Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria di Intesa Sanpaolo ha commentato: “Il nostro impegno per sostenere la fondamentale transizione verso un’economia green è massimo e sono colpito dalla recettività e dalla visione delle aziende di questo territorio, nonostante il momento complesso. È un cambiamento che supportiamo con mezzi finanziari, ma mettiamo a disposizione delle imprese anche formazione, un team di ingegneri specializzati nella valutazione dei progetti e agevoliamo l’incontro tra domanda e offerta di soluzioni circolari. Oltre al plafond di 5 miliardi, portato a 6 per includere Ubi Banca, nel 2020 abbiamo stanziato due miliardi per gli investimenti Esg (Environmental, Social, Governance) delle pmi, in coerenza con il Piano della Commissione Europea per una crescita sostenibile. Dal punto di vista della Banca, un’azienda che investe in sostenibilità è meno rischiosa, in quanto mostra capacità di resilienza e volontà di innovare”.