Finanza a impatto, Fondazione Crc Cuneo promuove un'intesa tra pubblico e privati

 Giovedì 22 ottobre, a partire dalle ore 14.15, si terrà in modalità webinar l’incontro “La finanza a impatto incontra il territorio”, secondo appuntamento del ciclo di eventi promosso dal progetto GrandUp! Generiamo impatto sociale: 15 rappresentanti di fondi d’investimento, fondazioni, banche e società di crowdfunding presenteranno le nuove opportunità offerte dall’impact finance, le regole per accedervi e gli strumenti disponibili. Il webinar è aperto a imprenditori sociali, startup, cooperative, enti locali e cittadini interessati al tema dell’innovazione sociale, per partecipare è necessario registrarsi su: www.grandup.org
Il programma prevede, dopo i saluti istituzionali di Giandomenico Genta, presidente Fondazione Crc; la presentazione del progetto GrandUP! Generiamo impatto sociale da parte di Andrea Silvestri, direttore della Fondazione cuneese; un talk a più voci a cui prenderanno parte: Davide Ciferri (Cassa Depositi e Prestiti), Fabrizio Gramaglia (Finpiemonte), Marco Ratti (Intesa Sanpaolo), Aldo Guastella (Unicredit), Lorenzo Vinci (Banca Etica), Francesco Abbà (Cgm Finance), Andrea Limone (PerMicro), Sara D’Aulerio (Sefea Impact), Marco Gerevini, (Fondazione Social Venture Giordano dell’Amore), Laura Orestano (SocialFare Seed), Elena Casolari (Opes Lcef Impact Fund), Domenico Nesci (Partner Lventure Group), Stefano Rossi (Lita.co), Angelo Rindone (Produzioni dal Basso), Nawel Faysal (Starteed). I talk sono facilitati da Federico Maggiora, Fondazione Accademia Maurizio Maggiora.
Giandomenico Genta ha spiegato: “Con il progetto GrandUP! vogliamo promuovere la conoscenza sui temi dell’innovazione sociale, accompagnare la nascita di startup e creare in provincia di Cuneo un ecosistema adatto alle imprese sociali. In corrispondenza con l'evento, prenderà avvio la sottoscrizione di un memorandum di intesa tra soggetti pubblici e privati della provincia: un primo passo importante per promuovere insieme lo sviluppo di nuove progettualità, capaci di rispondere alle sfide sociali emergenti e potenziare i servizi offerti ai cittadini”.
“Negli attuali frangenti anche questo è un modo concreto e dalle grandi prospettive per contrastare gli effetti negativi dell’emergenza sanitaria sul nostro sistema economico e sociale” ha aggiunto il presidente della Camera di commercio di Cuneo, Mauro Gola, secondo il quale “è importante, pertanto, che crescano investimenti in società, organizzazioni e fondi, decisi con l’intento di generare un benefico impatto che sia misurabile, in campo sociale o ambientale, a fianco del doveroso ritorno economico”.