Fca: utile di 1,2 miliardi nel terzo trimestre

E’ una trimestrale più che soddisfacente quella presentata da Fca, a pochi mesi dalla fusione col gruppo francese che porterà alla nascita di Stellantis, il quarto gruppo a livello mondiale per volumi. Il gruppo presieduto da John Elkann e guidato da Mike Manley, infatti, nel periodo luglio-settembre ha conseguito un utile netto di 1,205 miliardi di euro (mentre nello stesso periodo dell'anno scorso aveva perso 179 milioni) e il cash flow delle attività operative è stato di 8,930 miliardi (+281%), nonostante il calo del 6% dei ricavi netti, ammontati a 25,814 miliardi, in seguito a 1,026 milioni di veicoli venduti.
I risultati record sono stati trainati dalla fenomenale performance del nostro team in Nord America. Nel trimestre – ha commentato Manley - con diversi brand abbiamo presentato prodotti in segmenti in cui non eravamo presenti, abbiamo aperto un nuovo capitolo nella storia del marchio Maserati, confermato la leadership di mercato in America Latina e proseguito nel rapido percorso globale di investimenti nell’elettrificazione”. Ancora una volta – ha aggiunto l'ad - il nostro team ha dimostrato la sua straordinaria resilienza e creatività e, con la fusione che a breve vedrà la nascita di Stellantis, siamo più forti e concentrati sull’obiettivo di creare un valore significativo per tutti i nostri stakeholder”.
Il terzo trimestre è stato quello del record dell’ebit adjusted
, salito a 2,3 miliardi a livello di gruppo. Ma guardando al mercato nordamericano il dato è stato di 2,5 miliardi di euro, con un margine del 13,8%: grazie alla forte domanda di Ram e Jeep, la quota di Fca nel mercato retail Usa è rimasta salda al 12,3%, nonostante il momento difficile del mercato automobilistico. In Emea, Fca ha guadagnato quote di mercato in Europa sia nel segmento delle automobili sia in quello dei veicoli commerciali leggeri con prezzi in miglioramento. Inoltre, sono iniziate le consegne alla rete della nuova Fiat 500 totalmente elettrica e delle versioni ibride plug-in di Jeep Renegade e Jeep Compass. In America Latina il gruppo ha mantenuto la leadership di mercato con una quota del 18% nel trimestre, grazie a una crescita nei principali mercati, trainata dalla robusta domanda per il nuovo Fiat Strada, il veicolo più venduto in Brasile nel mese di settembre.