Banca Generali non paga il dividendo l'intera tranche da 181 milioni a riserva

Il consiglio di amministrazione di Banca Generali, in linea con le raccomandazioni della Banca Centrale Europea e della Banca d’Italia emanate, rispettivamente, il 27 e il 28 luglio., che prevedono la richiesta al sistema bancario di astenersi dal pagare dividendi fino al 1° gennaio 2021, ha deliberato di non procedere al pagamento della prima tranche del dividendo 2019 pari a 1,55 euro. Questa decisione fa altresì seguito a quanto deliberato dall’assemblea degli azionisti, la quale aveva stabilito di differire la distribuzione del dividendo 2019 in due tranche, la prima per 1,55 euro ad azione nella finestra tra il 15 ottobre ed il 31 dicembre 2020 e la seconda per 0,30 euro ad azione nella finestra tra il 15 gennaio ed il 31 marzo 2021, a condizione, tra l’altro, che il pagamento fosse conforme alle disposizioni e agli orientamenti delle Autorità di vigilanza per tempo vigenti. L’importo del dividendo della prima tranche non corrisposto ed equivalente a 181,120 milioni di euro verrà pertanto attribuito a riserva di patrimonio pienamente disponibile. La distribuzione della seconda tranche del dividendo 2019 già approvata dall’Assemblea dei soci di cui sopra resta ad oggi confermata nel rispetto delle condizioni stabilite dalla stessa delibera assembleare.