Vendite di moto boom in agosto (+41,2%)

 “Le due ruote si confermano come uno dei simboli della ripartenza post lockdown: per passione, per un nuovo desiderio di libertà e per le risposte concrete che offrono a una nuova domanda di mobilità fruibile, veloce, distanziata e più sostenibile, il mercato recupera ancora terreno e dà fiducia all’intera filiera”. È quanto ha detto Paolo Magri, il presidente di Ancma (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo e Accessori), commendo i dati delle vendite di moto in agosto, aumentate del 41,2% rispetto allo stesso mese del 2019. L’Italia è il primo Paese per produzione di moto in Europa e quello italiano è il mercato più importante. “Il nostro è un settore trainante, fatto di eccellenze riconosciute a livello internazionale” ha sottolineato Magri.
Il totale delle immatricolazioni di veicoli con cilindrata superiore a 50cc in agosto è stato di 16.673 (+42,44%). In particolare, sono stati venduti 10.031 scooter (+42,87%) e 6.642 moto (+41,80%). Anche i ciclomotori si trovano in territorio positivo, con 1.526 veicoli venduti, corrispondenti a una crescita del 28,99%. Complessivamente, in agosto, sono stati 18.199 i veicoli a due ruote immessi sul mercato italiano
Così è proseguito il recupero dei volumi persi a causa della pandemia: nei primi otto mesi, l’immatricolato (scooter + moto) totalizza 160.490 veicoli, con una perdita del 10,93% rispetto allo stesso periodo del 2019: in particolare gli scooter registrano 90.662 unità (-10,13%), mentre le moto, con 69.828 mezzi immatricolati, segnano una diminuzione dell’11,94%. I cinquantini si avvicinano gradualmente ai volumi dello scorso anno, con un decremento del 5,68%, corrispondente a 12.693 mezzi venduti. Il totale mercato evidenzia una perdita del 10,56%, per un totale di 173.183 veicoli immessi sul mercato.
In agosto il mercato dell’elettrico fa registrare la performance record del +837,88%, equivalente a 2.129 veicoli immessi sul mercato. I primi otto mesi dell’anno chiudono con 5.806 unità e una crescita complessiva del 91,93%.
L'analisi per segmenti mostra che nei primi otto mesi dell’anno le naked si confermano il primo segmento, con 27.491 veicoli venduti (-9,97%). Seguono, a breve distanza, le enduro, che fanno registrare 24.897 immatricolazioni e un calo di mercato dell’11,31%. Al terzo posto le moto da turismo, con 8.428 unità vendute (-14,27%). Più sensibile il calo delle custom: -20,74% e 3.268 veicoli immessi sul mercato. Le sportive totalizzano 3.164 pezzi, con una flessione del 12,79%. Chiudono, con 2.482 veicoli venduti, supermotard e moto da trial, che fanno segnare una perdita di mercato del 16,7%.