Traffico aeroportuale, luglio meno freddo per gli scali di Torino, Genova e Cuneo

 Anche luglio è stato molto freddo per gli aeroporti italiani; ma meno per quelli del Nord Ovest. E' quanto emerge dall'analisi dei dati appena pubblicati da Assaerporti, l'associazione dei gestori degli scali italiani. Le perdite degli aeroporti di Torino, Genova e Cuneo sono state inferiori a quelle dell'intero sistema nazionale, che ha fatto registrare 73.494 movimenti (decolli e atterraggi), il 57,4% in meno rispetto a luglio 2019 e 5.140.415 passeggeri (-74,9%). Infatti, Torino-Caselle ha contato 2.010 movimenti (-46,9%) e 128.377 passeggeri (-62,8%), il Cristoforo Colombo di Genova 1.146 tra decolli e atterraggi (-52,7%) e 40.580 passeggeri (-73%). Quanto allo scalo di Cuneo-Levaldigi, è stato quello del Nord Ovest che ha subito i danni minori provocati dal Covid-19. Lo scalo cuneese, infatti, ha avuto 4.503 passeggeri (-35%) e, addirittura, un aumento dei movimenti, risultati 462 (+8,7% rispetto a luglio dell'anno scorso).