Mercato auto, agosto ferma l'emorragia

 “Analizzando i dati delle immatricolazioni del mese di agosto (-0,4%), si riscontrano i primi segni di arresto dell’emorragia, dopo mesi di recessione. I ritmi del rinnovo del parco circolante, però, restano ancora bassissimi e per raggiungere un livello normale di mercato sarà più che mai necessario proseguire nel solco tracciato nelle ultime settimane con l’erogazione degli incentivi per l’acquisto di veicoli a basse emissioni”. Così si è espresso Michele Crisci, presidente dell’Unrar, l’associazione delle Case automobilistiche estere, nel commentare i risultati del mercato di agosto, quando sono state 88.801 le vetture immatricolate, 383 meno che nello stesso mese. Dall'inizio dell'anno, il crollo è ancora pesante: 809.655 le auto vendute, il 38,9% in meno rispetto a 1.325.704 del gennaio-agosto 2019, con un consuntivo di 516.000 unità in meno.
Sicuramente si tratta di un primo segnale positivo e di speranza per una graduale ripresa del settore automotive, con risultati di mercato in progressivo miglioramento di qui a fine anno” ha detto, a sua volta, Paolo Scudieri, presidente dell'Anfia, l'associazione dei costruttori nazionali del settore.
Il dettaglio della struttura del mercato sotto il profilo degli utilizzatori mostra in agosto una crescita del 27% degli acquisti dei privati, sostenuti dal nuovo Ecobonus della Legge Rilancio, i cui fondi si sono esauriti in una settimana. Torna, invece, in territorio negativo il noleggio che segna una leggera flessione del 2,4% e, con pochi decimali di riduzione, si porta al 15,7% di share. Non accenna ad attenuarsi la profonda crisi delle società che in agosto perdono oltre la metà dei volumi immatricolati, scendendo al 13,6% di quota, ben 15 punti in meno rispetto allo stesso mese di un anno fa; determinante sul risultato è stato il crollo delle autoimmatricolazioni (-62,2%). La flessione degli acquisti delle società è vicina al 50% anche nel cumulato dei primi 8 mesi dell’anno (al 14,6% di share).
Tra le alimentazioni, forte calo a doppia cifra nel mese per benzina (-17,7%) e Gpl (-33,1%), rispettivamente al 36,2% e 6,8% di quota, scende dell’8,1% il diesel (al 35,3% del totale), mentre cresce dell’11,9% il metano, al 2,8% di rappresentatività. Forti incrementi a tre cifre – grazie anche al positivo impatto del nuovo Ecobonus - coinvolgono le vetture ibride, plug-in ed elettriche. Le ibride salgono in agosto al 15% di quota, era il 4,6% un anno fa (11,5% negli 8 mesi), le plug-in salgono dallo 0,3% all’1,8% (1,2% nel cumulato) e le elettriche dallo 0,6% al 2,1% (1,6% negli 8 mesi). Sotto il profilo dei segmenti, in agosto buono l’andamento delle utilitarie (B) al 38,2% del totale, delle medie superiori (D) e delle superiori (E), mentre una forte contrazione interessa il segmento A, che scende al 15% di quota, il segmento alto di gamma (F) e le medie del segmento C che scendono al 32,8% di share.
Nuovo pesante calo per il mercato dell’usato, che in agosto - con 155.727 trasferimenti di proprietà al netto delle minivolture - segna una flessione del 34,1% rispetto ai 236.436 passaggi di agosto 2019. Negli 8 mesi il calo è del 38,2% con 1.725.609 vetture trasferite contro le 2.792.681 del gennaio-agosto 2019.
Tornando al nuovo, emerge che, in agosto, il gruppo Fca più Ferrari ha venduto 20.346 vetture (-2,78% rispetto allo stesso mese 2019), il gruppo Volkswagen 14.824 (++15,42%), il gruppo Psa 13.619 (+4%), il gruppo Renault 8.860 (-24,36%), Ford 6.549 (+16,7%), il gruppo Toyota 4.390 (+10,61%), il gruppo Bmw 3.473 (-1,92%), Hyundai 3.163 (+38,35%), il gruppo Daimler 2.758 (-45,95%) e Kia 2.552 (+10,48%).
In particolare, per quanto riguarda il gruppo Fca, la disaggregazione per marche evidenzia che Fiat ha avuto 12.219 acquirenti (-6,27%), Jeep 4.480 (+8,29%), Lancia 2.261 (-9,67%), Alfa Romeo 1.326 (+14,11%) Maserati 38 (-24%). La Ferrari, controllata da Exor come Fca, ha venduto 22 suoi gioielli (-43,59%). Comunque, tre modelli del gruppo Fca occupano l'intero podio delle auto più vendute in Italia in agosto: le nuove Panda immatricolate sono state 5.341, le 500X 2.445 e le Ypsilon 2.261. Al quarto posto si è classificata la Ford Puma con 2.193, al quinto la Jeep Renegade con 2.135, al sesto la Jeep Compass con 2.012, al settimo la Dacia Sandreo con 2.002, all'ottavo la Renault Captur con 1.948, al nono la Volkswagen Polo con 1.750 e al decimo la Dacia Duster con 1.706.