Il debito pubblico supera i 2.560 miliardi solo in luglio aumentato di 30 miliardi

 Irrefrenabile. Il debito pubblico italiano continua a crescere, velocemente, arrivando sempre più in alto. Al 31 luglio ha superato i 2.560 miliardi. Nuovo record storico. Rispetto alla fine di giugno è aumentato ancora di una trentina di miliardi e di 93 rispetto al 31 luglio dell'anno scorso. A causa delle amministrazioni centrali, perché il debito di quello locali è rimasto sostanzialmente invariato, pari a 86,4 miliardi, dei quali 33,335 imputati alle Regioni e alle Province autonome, 35,184 miliardi ai Comuni, 6,438 alle Province ordinarie e alle Città metropolitane, 11,421 agli altri enti pubblici territoriali. Il 19,7% del debito pubblico italiano è detenuto dalla Banca d'Italia, la quale, quindi, ne è creditrice per 504,860 miliardi.