Cairo reagisce al ribasso della sua società comprandone azioni per 379.000 euro

 Urbano Cairo crede che la società che ha fondato, che controlla e guida – la Cairo Communication, tra l'altro azionista di maggioranza assoluta della Rcs MediaGroup e de La7 – valga di più di quanto sia quotata in Piazza Affari e, per questo, sul finire della settimana scorsa, me ha comprato un bel po' di azioni. Lo ha fatto attraverso la sua holding UT Communications, che prima ha acquisito una tranche di 50.000 azioni al prezzo medio di 1,2308 euro e poi un altro pacchetto da 258.175 azioni al prezzo medio di 1,229 euro. In tutto, quindi, ha rilevato 308.175 azioni, pagandole complessivamente poco più di 379.000 euro.
D'altra parte, proprio venerdì scorso l'azione Cairo Communication ha toccato il minimo storico di 1,226 euro. Cifra che deve essere sembrata assolutamente inadeguata a Urbano Cairo, il quale ha reagito immediatamente, certamente convinto della ripresa del valore borsistico della sua società, nella quale dimostra di credere più di quanto lo stia facendo il mercato. Conta che almeno che la Cairo Communication torni presto a dargli soddisfazioni, in attesa che lo faccia anche il Torino Calcio, che ha incominciato il campionato con una sconfitta.
Oggi, 21 settembre, quando l'indice Fste Mib, che rappresenta le 40 principali società trattate in Piazza Affari, ha chiuso a 18.793 punti, perdendo ben il 3,75% rispetto alla seduta precedente, diverse quotate hanno comunicato di avere acquisito azioni proprie. A farlo sono state anche Iren, Cir e Basicnet. Quest'ultima, in particolare, è arrivata a possedere azioni proprie pari al 12,849 del capitale.