Airaudo torna a guidare la Fiom Piemonte

Dopo sette anni, Giorgio Airaudo riprende la guida della Fiom Piemonte. La sua elezione a segretario regionale è all'ordine del giorno dell'assemblea generale a Torino, alla Fabbrica delle 'e' del Gruppo Abele. Già segretario della Fiom Torino e Piemonte a cavallo degli anni Duemila, Giorgio Airaudo è stato protagonista di molte vertenze simboliche con la Fiat di Sergio Marchionne, alternando accordi e conflitti. Nato a Torino nel 1961, Airaudo è stato deputato eletto nel 2013 nella lista Sel; nel 2015 si era candidato a sindaco del capoluogo piemontese e nel 2018 al Senato, con Liberi e Uguali, senza però riuscire a essere eletto.
Airaudo sostituisce Vittorio De Martino, operaio e delegato sindacale della Bertone, da sette anni segretario regionale della Fiom Cgil Piemonte, dopo essere stato segretario della Fiom Quinta Lega Mirafiori e per anni funzionario di molte delicate vertenze dei metalmeccanici. De Martino lascia la direzione della Fiom avendo raggiunto l'età pensionabile.