Perché Dettori (Primogiglio sgr) investirà nel settore aerospaziale di Torino

Primo Space, primo fondo comune istituito in Italia con l'obiettivo di investire in startup tecnologiche ad alto potenziale che operano nel settore della space economy, partecipato anche Compagnia di San Paolo e Banca Sella, si appresta a sbarcare a Torino. Lo ha anticipato, a Christian Benna del Corriere Torino, Gianluca Dettori, il presidente di Primogiglio sgr, la società milanese di venture capital tecnologico che gestisce anche i fondi Barcamper Ventures e Bv Lazio. Dettori ha spiegato a Benna che a Torino “c'è un distretto aerospaziale come pochi al mondo”. Un'attività che costituisce un grande punto di forza del capoluogo piemontese, insieme con l'auto, il foof, la robotica e l'automazione. Classe 1967, laureato in Economia a Torino, Gianluca Dettori è stato manager in Italia Online (Olivetti), poi direttore generale di Lycos Bertelsmann per l'Italia, il primo motore di ricerca online. Nel 1999 ha co-fondato Vitaminic, piattaforma per la distribuzione di musica digitale su web e mobile, ricoprendone la carica di amministratore delegato e portandola alla quotazione alla Borsa Italiana nel 2000. In seguito alla fusione con Buongiorno, ha ricoperto la funzione di responsabile merger & aquisition nel gruppo Buongiorno Vitaminic e vice presidente del Consiglio di amministrazione. Nel 2007 ha fondato e guidato come presidente dPixel, società di advisory e consulenza nel campo dell'innovazione che da oltre dieci anni sviluppa progetti di open innovation, scouting e accelerazione con partner tra cui Telecom Italia, Microsoft, IWBank, Banca Sella, Erg, Fondazione Cariplo. Dettori ha anche fondato ed è stato il primo presidente dello Iab (Internet Advertising Bureau) in Italia, co-fondatore di First Generation Network, Associazione Techgarage e mentore Fullbright. Operativo dal 2004 come investitore in startup Italiane ha supportato oltre venti aziende tecnologiche nel settore Internet/Ict e digitale tra cui Vivaticket, Sardex, Cortilia, Iubenda, Im3D, Banzai (ora Eprice), Brandon, Kiver, Seolab, Viamente. Scrive di tecnologia, internet e venture capital su Wired, Nova de "Il Sole 24 Ore" e StartupItalia. Inoltre, è fellow della Kauffman Society e della Fondazione Bmw Stiftung, ma anche advisor della Commissione Europea, nell'ambito del progetto Future Internet Accelerators e in diverse attività di policy design.