Immobili, come il lockdown ha rivalutato gli alloggi dotati di terrazzo o balcone

 Durante il lockdown, terrazzi e balconi di diverse città sono stati teatri di performance canore e sportive (indimenticabile la partita di tennis tra due ragazze che si sfidavano da palazzi genovesi contrapposti), di nuove conoscenze fra vicini e come unico posto in cui si era legittimati a godere dell’aria aperta fuori da casa. Una situazione che ha fatto apprezzare e rivalutare, anche economicamente, queste aree complementari della casa. Di quanto lo ha stimato Immobiliare.it, portale di annunci immobiliari leader in Italia.
Dall'indagine è emerso che la presenza di un balcone o di un terrazzo fa crescere dell'8%, mediamente, il valore dell’immobile nel caso in cui si tratti di un piano alto (dal quinto in poi). Ai piani centrali, l’impatto di uno spazio esterno si riduce e ammonta al 4,8% del valore dell'abitazione. Risale, invece, quando si tratta di alloggi al primo piano, dove balconi e terrazzi fanno crescere il valore del 5,6%; ma anche al piano terra, dove la presenza di un giardino vale il 6,6% in più rispetto a un immobile di pari caratteristiche, ma privo di giardino.
Se questi sono i dati a livello nazionale, lo studio ha individuato le differenze nelle quattro città più popolose: Roma, Milano, Torino e Napoli. Prendendo a esempio un immobile dal valore di 200.000 euro, chi nella Capitale ne possiede uno con balcone o terrazzo dal quinto piano in su può vantare un valore superiore di 16.000 euro (+8%). A un piano centrale, gli spazi esterni a Roma fanno salire il valore del 6,6% mentre è del 4,6% il plus che si può guadagnare per un primo piano con balcone. Per chi possiede invece un giardino a piano terra, il valore dello spazio calcolato sull’immobile tipo è di 14.600 euro (+7,3%).
L’impatto degli spazi esterni sul valore immobiliare è più contenuto a Milano. La variazione maggiore si ha in presenza di uno spazio verde a piano terra, più raro in città (+6,6%). Oscillano tra il 4 e il 4,9% i plusvalori delle abitazioni con balconi e terrazzi dal primo piano in su. A Torino si alza del 15% il valore delle case con giardino al piano terra, mentre l'incremento è dell'8,4 per l'immobile con balcone o terrazzo al primo piano e dell'8,2% per i piani centrali e del 7% per l'alloggio ai piani alti. Guardando infine a Napoli, chi ha intenzione di vendere una casa piano terra con giardino potrà contare su un prezzo maggiorato del 12% mentre oscillano attorno al 6% le variazioni dei valori delle abitazioni con balcone dal primo piano.
Come emerso dallo studio, l’impatto di uno sfogo esterno sul prezzo dell’immobile varia da città a città: a Milano, che ha già un elevato prezzo al metro quadro, traffico intenso e un clima più rigido, terrazzi e giardini diventano un bene rinunciabile, mentre a Roma e Napoli si è più predisposti a spendere di più pur di accaparrarsi uno spazio privato all’aria aperta.