Anche la Borsa "castiga" la Juventus

Il dato certo è che la Borsa, oggi, 10 agosto, ha castigato duramente la Juventus. Il titolo della società bianconera presieduta da Andrea Agnelli, infatti, ha perso il 7,13% rispetto a venerdì scorso, quando la partita con il Lione era ancora da giocare, Sarri ancora in sella (sia pure traballante) e Pirlo ancora neo-allenatore della under 23. L'ultimo prezzo dell'azione Juve è stato di 0,8576 euro. Al termine della seduta precedente era stato di 0,9234 euro. Da venerdì, il valore borsistico della società è diminuito di 94,8 milioni. Il ribasso odierno della Juve è risultato il terzo maggiore di tutta Piazza Affari. E non consola i suoi azionisti, il fatto che la Roma abbia fatto molto peggio, chiudendo con il crollo del 30,92%. Comunque, la perdita odierna della Juve, forse non è dovuta esclusivamente all'uscita dalla Champions, che comporta, fra l'altro, minori incassi per vari milioni e avvalora la previsione di un bilancio con un rosso più forte di quello atteso fino a poco tempo fa. C'è chi ritiene che non manchino investitori poco convinti della validità della scelta di Andrea Pirlo come prossimo allenatore di Ronaldo & C. Avrebbero preferito qualche mister più blasonato, con esperienza internazionale.