Nuovi interventi della Scialuppa Crt Onlus per aiutare sovraindebitati a rischio usura

In giugno sono arrivate altre 46 richieste di aiuto alla Scialuppa Crt Onlus – Fondazione antiusura. Così che il totale dall'inizio dell'anno è arrivato a 268. Nonostante, i milioni di moratorie sui prestiti, il reddito di emergenza (38.000 le richieste presentate dalle tre regioni del Nord Ovest) e il reddito/pensione di cittadinanza (oltre 100.000 i nuclei familiari di Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta che l'hanno ottenuto). D'altra parte, il sovraindebitamento è destinato ad aumentare, come cresceranno, nei prossimi mesi, le “sofferenze”.

Nei primi sei mesi di quest'anno, il consiglio di amministrazione della Scialuppa Crt Onlus, presieduto da Ernesto Ramojno (vice presidente è Marcello Callari, consigliere delegato Luciana Malatesta), ha deliberato altri 29 stanziamenti, per oltre 600.000 euro complessivi, a garanzia di altrettanti nuovi prestiti a soggetti sovraindebitati che non erano più bancabili e, perciò, a grave rischio di usura.

Nel 2019, La Scialuppa Crt Onlus ha raccolto e gestito 750 richieste di aiuto e ha deliberato 92 interventi per garantire nuovi finanziamenti per complessivi 2,137.500 euro. Dall'inizio dell'attività, i volontari della Scialuppa Crt Onlus, sempre sostenuta generosamente e con lungimiranza dalla Fondazione Crt, hanno ascoltato oltre 15.000 sovraindebitati e hanno deliberato oltre 2.300 garanzie per una somma superiore ai 41,5 milioni di euro.