Messina vede la conquista di Ubi Banca Juve, il nono scudetto non paga in Borsa

Oggi, 27 luglio, Consob ha comunicato che le adesioni all'offerta della banca che ha la Fondazione Compagnia di San Paolo come azionista di riferimento, sono risultate pari al 43,481%, tante da far ritenere che l'iniziativa di Carlo Messina avrà successo. Fra l'altro, proprio oggi l'azione di Ubi Banca è stata quella che ha subito il maggior ribasso non soltanto fra le blue chip ma di tutta Piazza Affari. Il titolo Ubi, infatti, ha chiuso a 3,308 euro, l'8,82% in meno rispetto a ieri. Invece, l'azione di Intesa Sanpaolo ha finito le negoziazioni a 1,8014 euro, evidenziando la perdita dello 0,77%.

La stessa Consob, sempre oggi, ha disposto d’ufficio una proroga fino al 30 luglio (compreso) del periodo di adesione all’offerta pubblica di acquisto e scambio volontaria totalitaria avente ad oggetto massime n. 1.144.285.146 azioni ordinarie di Ubi,  Intesa Sanpaolo ha presa atto del provvedimento che l’Autorità ha adottato per garantire il corretto svolgimento dell’Offerta e la tutela degli investitori. Le ragioni di tale provvedimento, come risulta dalla comunicazione della Consob e dal comunicato emesso da Ubi Banca su richiesta della Consob, sono da ricondurre a taluni comportamenti tenuti da Ubi Banca nel corso dell’offerta e configurabili nella diffusione da parte di Ubi Banca di messaggi non idonei a fornire una completa e corretta informativa ai propri azionisti.

In conseguenza della proroga disposta dalla Consob, i risultati provvisori dell’Offerta saranno comunicati al mercato entro le ore 7.59 del 31 luglio 2020 e quelli definitivi entro le ore 7.59 del 4 agosto 2020; mentre la data di pagamento del corrispettivo sarà il 5 agosto 2020. Da parte di Intesa Sanpaolo non sono previste ulteriori modifiche ai termini e alle condizioni dell’Offerta a seguito della proroga del periodo di adesione.

Comunque, sulla base delle adesioni ottenute e, più in generale, tenendo conto degli orientamenti emersi da parte dell’azionariato di Ubi, Intesa Sanpaolo considera l’operazione di acquisto e scambio rivolta agli azionisti Ubi avviata a pieno successo. Ubi è stata costretta da Consob a evidenziare sul proprio sito Internet come il prezzo dell'azione Ubi incorpori il premio implicito offerto da Intesa Sanpaolo.  

La seduta borsistica odierna è terminata con l'indice Ftse Mib a 20.020 punti, lo 0,28% in meno rispetto a quella precedente. Fra le azioni che hanno denunciato i maggiori ribassi si trovano quelle della Juventus e di Autogrill. Nonostante la vittoria sulla Sampdoria e la conquista matematica del nono scudetto consecutivo, la società bianconera presieduta da Andrea Agnelli ha perso il 5,73% (l'ultimo prezzo è stato di 0,937 euro), quarto calo più pesante della Borsa Italiana e la novarese Autogrill, che fa capo alla famiglia Benetton, ha evidenziato la flessione del 6,57%, la terza maggiore.