Il rilancio di Intesa non basta al cda di Ubi

l rilancio di Intesa Sanpaolo – con i 650 milioni cash proposti in aggiunta all’Offerta pubblica di scambio – non basta al consiglio di amministrazione di Ubi Banca, che resta contrario all’iniziativa lanciata da Carlo Messina. E' la sostanza di un lungo comunicato emesso da Ubi Banca nella tarda serata di giovedì, con il quale il cda guidato da Victor Massiah ripercorre le recenti novità riguardo all’Offerta che è in corso e che rimane aperta fino al 28 luglio. La conferma della contrarietà tiene conto anche del responso Antitrust che ha dato via libera all’operazione, giudicandola compatibile con il mantenimento della concorrenza sul mercato purché Intesa Sanpaolo ceda 500 sportelli. Comunque sono quattro i punti sui quali Ubi Banca focalizza l’attenzione per confermare che “gli elementi di novità non sono tali da far superare tutte le considerazioni conclusive espresse dal consiglio di amministrazione di Ubi Banca” nel comunicato pubblicato il 3 luglio 2020.