Ivrea torna protagonista con Ico Valley

L’ambizioso progetto per far tornare Ivrea protagonista del progresso e della rinascita economica del Piemonte e non solo si chiama Ico Valley (dove Ico sta per Ivrea, Canavese, Olivetti) e vede Università e Politecnico di Torino tra i partner principali. Si punterà sull’intelligenza artificiale, sulla creazione di un’accademia digitale per formare le nuove professionalità richieste dal mercato, la promozione del made in Italy attraverso una piattaforma on line per i prodotti delle pmi, un acceleratore per le start up innovative e un data center per supportare i servizi per le smart city e per la telemedicina.

Il primo step sarà quello di rendere operativo, a settembre, lo Human Digital Hub, con la nascita della National Digital Accademy, coordinata da Università degli studi di Torino e Politecnico nei due edifici della ex Olivetti di Ivrea e Scarmagno - quasi 400 mila metri quadri complessivi - per far rinascere la storica vocazione che coniuga il progresso industriale e tecnologico a quello sociale ed etico, da sempre alla base dell’attività dello storico industriale Adriano Olivetti.

Agli atenei piemontesi verrà affidata la formazione dei manager e dei tecnici del futuro con l’istituzione di master ad alta specializzazione, che potranno avvalersi della collaborazione di soggetti del calibro di Google, Tim, Microsoft e Bioindustry Park, che hanno già aderito al progetto.

Guido Saracco, rettore del Politecnico di Torino ha detto: “Siamo lieti di prendere parte a questo progetto che ha anche un forte significato simbolico, perché Ivrea è la città del nostro ex allievo Adriano Olivetti, che è stato l’alfiere di un modo di fare impresa a beneficio del territorio e della società. Far crescere la società superando le diseguaglianze sociali è la strada per uscire dalla crisi e il progetto Ico Valley potrà essere un tassello fondamentale”.