Cassa integrazione, l'esplosione di giugno

Esplosione della cassa integrazione nelle tre regioni del Nord Ovest, come nel resto dell'Italia. Con l'eccezione della cassa straordinaria. Infatti, l'Inps ha appena comunicato che a giugno, le ore autorizzate di Cig ordinaria in Piemonte sono state 15.758.585 contro 699.759 dello stesso mese dell'anno scorso, in Liguria 2.136.257 (70.145) e in Valle d'Aosta 196.203 (29.087); mentre le ore di Cig straordinaria in Piemonte sono state 1.044.730 (il 7,8% in meno rispetto a giugno 2019), 66.903 in Liguria (-96,87%) e zero in Valle d'Aosta, come dodici mesi prima.

Le ore di Cig in deroga autorizzate dall'Inps in giugno sono state 10.619.408 in Piemonte (3.134 a giugno 2019), 2.198.151 in Liguria (765) e 52.631 in Valle d'Aosta, che, dodici mesi prima non ne aveva registrata alcuna. Infine, per quanto riguarda le ore autorizzate nei Fondi di solidarietà, l'Inps ne ha autorizzate 9.124.308 in Piemonte (13.344 a giugno 2019), 3.820.679 in Liguria (10.400) e 324.302 in Valle d'Aosta (0).

In tutta l'Italia, a giugno. sono state 434.568.931 le ore di cassa integrazione e fondi solidarietà complessivamente autorizzate. In particolare, le ore di cassa integrazione ordinaria sono state 149,7 milioni e si riferiscono quasi interamente alla causale 'emergenza sanitaria Covid19’. Il numero di ore di straordinaria è stato pari a 24 milioni, di cui 1,6 milioni per solidarietà, registrando un incremento pari al 27,6% rispetto allo stesso mese dell'anno precedente, che registrava 18,8 milioni di ore autorizzate. Gli interventi in deroga sono stati pari a 112 milioni di ore autorizzate. La variazione congiunturale registra un decremento pari al 51,5% rispetto al mese precedente, ma a giugno 2019 le ore autorizzate in deroga erano state circa 629 mila. Infine, il numero di ore autorizzate a giugno nei fondi di solidarietà è pari a 148,7 milioni e registra un decremento rispetto al mese precedente pari al 62,7%; ma nel giugno 2019 erano circa 355 mila.