Casa, calo dei prezzi a Genova e ad Aosta non a Torino (+0,7% rispetto a un anno fa)

Con la chiusura del primo semestre dell’anno, Immobiliare.it, dopo aver già indagato l’andamento della domanda durante l’emergenza sanitaria, ha fotografato i prezzi medi richiesti durante i primi sei mesi del 2020. Il quadro che emerge è quello di una sostanziale stabilità praticamente in tutto lo Stivale. I prezzi delle case in vendita, infatti, hanno rilevato nel trimestre marzo-giugno oscillazioni minime dei valori: +0,4% a livello nazionale e +0,6% prendendo in considerazione l’intero semestre. Il prezzo medio per acquistare casa in Italia si attesta, a giugno 2020, a 1.896 euro al metro quadro. Anche uno sguardo ai grandi e piccoli centri conferma la situazione di sostanziale stabilità, con oscillazioni nel trimestre marzo-giugno 2020 che, seppur inferiori al punto percentuale, sono tutte a segno positivo.

Su base semestrale nelle città con oltre 250.000 abitanti i prezzi crescono dell’1,6% e nei piccoli centri si registra un aumento dello 0,7%. Rimane ampia la forbice di prezzo tra i grandi agglomerati urbani, in cui a giugno 2020 il prezzo medio richiesto è di 2.634 euro e quelli più piccoli in cui la richiesta è di circa mille euro in meno (1.640 euro/mq).

Sembra quindi che, almeno nel breve termine, il coronavirus non abbia arrestato la corsa dei prezzi del mattone, che tengono in quasi tutti i capoluoghi di regione. Prendendo in considerazione il primo semestre del 2020, la maggior parte delle oscillazioni non supera il punto percentuale. Risultano particolarmente in sofferenza Trieste, Ancona, Aosta e Venezia. In particolare, Aosta perde l’1,3% su base semestrale e conferma il trend anche nel trimestre marzo-giugno. Ad Aosta il prezzo medio è risultato di 2.008 euro a metro quadrato (-2,8% rispetto a giugno dell'anno scorso). 

A fronte di un calo dei prezzi di appena lo 0,1% nel semestre, Firenze si conferma la città più cara in cui acquistare casa, con un prezzo al metro quadro di 3.852 euro. A Torino il prezzo medio è di 1.669 euro (+0,7% rispetto a un anno fa) e a Genova 1.601 euro (-3,8% rispetto a giugno 2019).