A maggio produzione auto calata dell'84%

A maggio, secondo i dati Istat, la produzione dell’industria automotive italiana nel suo insieme registra un calo tendenziale del 48,6%, mentre chiude i primi cinque mesi del 2020 a -39,6%. Guardando ai singoli comparti del settore, la fabbricazione di autoveicoli vede il proprio indice in flessione del 50,8% a maggio rispetto allo stesso mese 2019, mentre diminuisce del 44,4% nel cumulato 2020 rispetto allo stesso periodo del 2019; quello della fabbricazione di carrozzerie per autoveicoli, rimorchi e semirimorchi cala del 37,3% nel mese e del 38,7% nel cumulato e quello della fabbricazione di parti e accessori per autoveicoli e loro motori diminuisce del 47,7% nel mese e del 36,7% nel cumulato.

Secondo i dati preliminari di Anfia, a maggio la produzione domestica di autovetture in Italia risulta inferiore dell’84% rispetto ai volumi di maggio 2019. La produzione nei primi cinque mesi dell’anno si riduce così del 54% rispetto allo stesso periodo del 2019.

Il comparto produttivo automotive si colloca nel contesto di una produzione industriale italiana complessiva in calo da quindici mesi consecutivi. Anche a maggio, infatti, l’indice della produzione industriale nel suo complesso registra un calo a doppia cifra (-20,3%) e risulta in flessione del 19,3% nel periodo gennaio-maggio 2020, a livello tendenziale. Tutti i principali settori di attività economica registrano diminuzioni tendenziali, tra cui la più rilevante è quella della fabbricazione di mezzi di trasporto (-37,3%).