Per le Fondazioni Cr Tortona e Savigliano forte aumento dell'avanzo nell'esercizio '19

E' stato un anno positivo, quello appena passato, per le Fondazioni piemontesi di origine bancaria. Lo confermano anche i bilanci della Fondazione Cr Tortona e della Fondazione Cassa di risparmio di Savigliano. La prima ha chiuso il 2019 con un avanzo di esercizio (utile netto) di 6.763.444 euro, a fronte della perdita di 5.697.506 milioni subita nel 2019 e la fondazione cuneese presieduta da Sergio Soave ha terminato l'esercizio con l'avanzo di 933.407 euro contro i 564.265 dell'anno precedente.

Così, fra l'altro il patrimonio netto della Fondazione Cr Tortona, presieduta da Dante Davio (vice è Carlo Volpi e Segretario generale Andrea Crozza) al 31 dicembre scorso è salito a 215,461 milioni di euro dai 212,207 milioni alla stessa data del 2018. E quello della Fondazione Cr Savigliano da 35,744 a 35,941 milioni. Quanto agli attivi, sono risultati di 240.390 milioni quello della Fondazione di Tortona e di 38,479 quello della Fondazione di Savigliano. La Fondazione di Tortona non possiede più, da tempo, alcuna azione della banca conferitaria, mentre quella di Savigliano (vice presidente è Carla Giobergia), ha ancora il 68,99% della Cassa di Risparmio di Savigliano, dalla quale l'anno scorso ha ricevuto un dividendo di 904.291 euro (altri 485.758 li ha ricevuti dalla Cassa Depositi e Prestiti, della quale ha 65.290 azioni, pari allo 0,019% del capitale).

Il totale degli oneri di gestione è stato di 1,921 milioni per la Fondazione Cr Tortona e di 212.826 quello della Fondazione Cr Savigliano. Quest'ultima, nel 2019, ha deliberato 107 stanziamenti per complessivi 496.834 euro, mentre la Fondazione di Tortona ha finanziato 89 iniziative del valore complessivo di 1.976.351 euro, che hanno portato a 58,283 milioni il totale erogato dall'inizio dell'attività.