Iren conquista Divisione Ambiente Unieco

Iren ha vinto la gara per l'acquisizione della Divisione Ambiente di Unieco, in liquidazione coatta amministrativa. Il corrispettivo offerto è stato di 90 milioni di euro. La procedura di gara, iniziata nell’ottobre 2019, ha avuto come oggetto tutte le partecipazioni detenute da Unieco in L.C.A, direttamente o attraverso la holding Unieco Holding Ambiente, in società attive nei settori delle filiere dei rifiuti e dei rifiuti urbani. Nello specifico, l’acquisizione riguarda l’intero capitale sociale di Uha, la holding tramite la quale Unieco detiene la quasi totalità delle partecipazioni nelle società della Divisione Ambiente; l’intero capitale sociale di Uniproject, società che gestisce un impianto per il trattamento dei reflui industriali, la partecipazione nel 19,2% in Unirecuperi (partecipata per l’80,8% da Uha), società attiva nel settore dei rifiuti speciali e che si occupa anche di bonifiche ambientali e costruzioni speciali e, infine, il 99,99% del capitale sociale di Picena Depur, che opera nel campo della depurazione delle acque reflue di origine industriale e civile. Nell’operazione è altresì ricompresa la cessione a Iren della quota di minoranza pari al 27,87% in Uch Holding, società controllata da Uha con una quota del 64,71%, che detiene tutte le partecipazioni del gruppo Unieco dell’area toscana attraverso la controllata Sta e operanti prevalentemente nella raccolta e trattamento dei rifiuti urbani.

Le attività della Divisione Ambiente sono distribuite su cinque regioni: Piemonte, Emilia-Romagna, Marche, Toscana e Puglia. Nel ramo dei rifiuti speciali, la Divisione Ambiente si occupa, tramite le società controllate e collegate, di intermediazione dei rifiuti destinati ai propri impianti, di trattamento e avvio a smaltimento e, infine, di smaltimento attraverso la gestione di discariche per rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi.