Tre pillole formative firmate Compagnia

L’emergenza Covid-19 ha creato grande incertezza in ogni ambito del nostro quotidiano, modificando le nostre abitudini, i nostri rapporti e aprendo, necessariamente, a nuove prospettive. Quello che viviamo è, infatti, un contesto del tutto inedito, all’interno del quale nulla può essere dato per scontato. Per questo motivo, oggi più che mai, è necessario porre l’attenzione sui cambiamenti in atto, attivando una seria e attenta riflessione sul futuro delle nostre relazioni. A tal fine, a partire da mercoledì 13 maggio, prende il via un ciclo di incontri organizzati da CHE_FARE, Itinerari Paralleli e Fondazione Compagnia di San Paolo, dal titolo “Relazioni – Idee per un futuro partecipato”. La proposta, nata nell’ambito della Missione Favorire partecipazione attiva dell’Obiettivo Cultura e rivolta alle comunità di pratica che si occupano di progettare e fare cultura, viene ora allargata a tutte le persone interessate a comprendere la quotidianità attraverso prospettive nuove.

Ad aiutare a riflettere sul tema saranno tre protagonisti della cultura che, in altrettanti incontri virtuali, offriranno la loro lettura critica del contemporaneo, mettendo in discussione il “dato per scontato” e aiutando, con diversi approcci, a immaginare in modo diverso le nostre strategie quotidiane e relazionali. Quali nuove sfide ci attendono? Quali nuove responsabilità? Come reinventare, valorizzandolo, il nostro rapporto con il territorio e la comunità? Come affrontare le nuove dinamiche relazionali sfruttando al meglio i vantaggi della tecnologia?

Le tre pillole formative, sviluppate intorno a tre focus tematici, avranno la durata di 30 minuti e potranno essere seguite sul gruppo #PartecipazioneCSP della Fondazione Compagnia di San Paolo. Ecco il programma: mercoledì 13 maggio, ore 17.30, Gloria Origgi – Responsabilità, relazioni, cultura; mercoledì 20 maggio, ore 17.30, Simone Arcagni – La cultura oltre lo schermo; mercoledì 27 maggio, ore 17.30, Virgilio Sieni – Geografie Poetiche Politiche.