Tre nuovi fondi di Fenera & Partners sgr masse in gestione verso i 300 milioni

Fenera & Partners sgr, gestore torinese indipendente, specializzato nelle strategie di private equity, real estate e private debt globali, annuncia il lancio di tre nuovi prodotti alternativi. Con Fenera Private Equity II e Fenera Private Debt II prosegue il percorso, iniziato nel 2018, con i fondi focalizzati nell’investimento nei private markets, esclusivamente attraverso la selezione dei migliori gestori internazionali e delle più interessanti opportunità di co-investimento offerte dalle oltre sessanta controparti con cui il team di investimenti dialoga nel continuo. Inoltre, con Fenera Asian Opportunity I, la sgr torinese apre alla propria clientela le porte al private equity asiatico. Sui nuovi fondi, Fenera & Partners sgr, che già conta masse in gestione per quasi 300 milioni, punta a una raccolta sui nuovi fondi tra 150 e 200 milioni, nel prossimo biennio.

Con il first closing dei nuovi prodotti, Fenera & Partners sgr - commenta Pietro Mazza Midana, consigliere con deleghe alla gestione e co-fondatore - conferma la propria presenza nei private capitals, offrendo un approccio globale in termini geografici, settoriali e di strategia, E Giacomo Stratta, amministratore delegato e fondatore della sgr, ha aggiunto: Riteniamo che nell’attuale momento di mercato siano insite grandi opportunità: alcune potranno essere colte in ottica di breve e medio periodo, mentre altre saranno anticipatrici di un percorso nel lungo periodo. Oggi la nostra attenzione è focalizzata sul mercato secondario che presenta le più interessanti occasioni di acquisto, enfatizzate proprio nei periodi di crisi di liquidità”.

Secondo Giacomo Stratta, il private equity rappresenta un mercato solido e in continua espansione che può giocare in questo contesto storico un ruolo straordinario nel rilancio dell’economia reale a livello internazionale, fornendo liquidità e sostenendo le imprese più meritevoli, forte di un’ottica temporale anche ultradecennale e di una capacità di investimento potenziale pari a oltre 1,2 triliardi di dollari.