Straordinario boom di cassa integrazione Liguria quarta per maggiore incremento

Attesa, temuta, impressionante, l'esplosione della cassa integrazione, in aprile. Le ore autorizzate per i trattamenti di integrazione salariale, nel mese scorso, sono state, complessivamente, 772.298.874, il 2.953,5% in più rispetto ai 25.291.338 dell'aprile 2019. Lo ha comunicato l'Inps, precisando che in Piemonte sono state 70.503.108, mentre erano state 1.926.648 nell'aprile 2019 (l'incremento è del 3.559,4%), in Liguria 13.111.918 (+6.519,4%) e 1.382,865 in Valle d'Aosta, che, nell'aprile precedente, era rimasta a zero.

In particolare, le ore di cassa ordinaria sono state 68.565.374 in Piemonte (+5.556,9% rispetto all'aprile dell'anno scorso), in Liguria 12.022.387 (+15.449,5%) e 1.064.318 in Valle d'Aosta (zero nell'aprile 2019); quelle di cassa straordinaria 1.611.854 in Piemonte (+125,6%) e 251.378 in Liguria (+108,1%), mentre non c'è stato ricorso in Valle d'Aosta.

Di ore di cassa per solidarietà ne sono state autorizzate 67.747 in Piemonte (-84%), 78.652 in Liguria (+619,1%) e nessuna in Valle d'Aosta. L'incremento della Liguria è risultato il più alto di tutta l'Italia. Infine, la cassa in deroga: 325.880 le ore concesse in Piemonte, 838.153 in Liguria e 318.547 in Valle d'Aosta.

Come incremento di ore totali di cassa in aprile, la Liguria è al quarto posto in Italia, preceduta soltanto dal Friuli-Venezia Giulia (+7.677,7%), Abruzzo (+6.987%) e Lombardia (+6.829,9%).