Rina: Nello Sulfaro neo direttore generale Carpaneto responsabile delle strategie

L’assemblea degli azionisti del Rina, colosso genovese della certificazione e della consulenza, ha approvato il bilancio che mostra risultati in crescita rispetto all’esercizio precedente: ricavi netti pari a 476 milioni (+7,5% rispetto al 2018) e l'utile netto di 3,6 milioni, un milione in più. Al 31 dicembre l'indebitamento netto è sceso a 127,5 milioni dai 131 milioni di 12 mesi prima. L’assemblea ha inoltre nominato i componenti del consiglio di amministrazione che resterà in carica fino all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2022, riconfermando tutti i sette membri precedenti e i relativi incarichi: presidente Ugo Salerno; vicepresidenti Marco Cerrina Feroni e Giorgio Drago; consiglieri Nazareno Cerni, Emanuele Grimaldi, Donatella Gavioli e Paolo Pierantoni. Riconfermati anche tutti i componenti del collegio sindacale, Francesco Illuzzi, Giovanni Grazzini e Antonio Guastoni.

Il nuovo consiglio di amministrazione ha confermato Ugo Salerno anche amministratore delegato. A sua volta, Salerno ha annunciato la nomina di Nello Sulfaro, già amministratore delegato di Rina Services, a direttore generale del gruppo Rina. Sulfaro avrà il ruolo apicale di responsabilità sull’intera organizzazione, di coordinamento e ottimizzazione di tutte le attività operative; mentre Paolo Moretti, già direttore commerciale del settore Marine del Rina, ha assunto la carica di amministratore delegato di Rina Services e Giosuè Vezzuto assume la direzione del settore shipping. Roberto Carpaneto oltre alla carica di amministratore delegato di Rina Consulting assume il ruolo di chief strategy officer per il Gruppo Rina.

“Sono orgoglioso di annunciare questo importante cambiamento nella struttura organizzativa del Rina che si inserisce nel più ampio progetto strategico di medio termine di crescita. La nuova squadra ha tutte le competenze necessarie per accompagnare la società in un’ulteriore fase di sviluppo” ha dichiarato Ugo Salerno, confermato presidente e amministratore delegato del Rina. Che nel primo trimestre ha aumentato i ricavi del 21% e l'ebitda dell'8%.