Intesa Sanpaolo Innovation Center accelera le iniziative in Israele

Il Coronavirus non ha fermato le attività dell’Ambasciata d’Italia a Tel Aviv e di Intesa Sanpaolo Innovation Center a supporto delle startup e delle imprese innovative italiane in Israele. Due le importanti iniziative recentemente portate a termine: la prima edizione dell’IsraelItaly Acceleration Program e il virtual event EcoMotion 2020.

Il primo programma di accelerazione per startup italiane in Israele lanciato dall’Ambasciata d’Italia a Tel Aviv e da Intesa Sanpaolo Innovation Center, la società del gruppo bancario presieduta da Maurizio Montagnese e diretta da Guido de Vecchi, ha visto la partecipazione di sette startup, che hanno potuto seguire un percorso formativo e di crescita all'Eilat HighTech Center, l’acceleratore patrocinato dal gruppo israelo-americano Arieli Capital, che gestisce programmi di innovazione per università, centri di ricerca, istituzioni governative e grandi imprese. Le domande di partecipazione all’Israel-Italy Acceleration Program sono state complessivamente 40.

Le sette startup finaliste che hanno avuto accesso al programma sono BionIT Labs, SynDiag, Materias, Elysium, Isaac, Djungle, Nanomnia. La conclusione di accordi commerciali così come la grande soddisfazione dei partecipanti ha indotto l’Ambasciata d’Italia a Tel Aviv e Intesa Sanpaolo Innovation Center al rinnovo dell'iniziativa, per la quale verrà presto pubblicato un nuovo bando.

Il direttore generale di Intesa Sanpaolo Innovation Center, Guido de Vecchi, ha commentato: “Supportare la crescita delle migliori realtà tecnologiche italiane, anche attraverso programmi di accelerazione internazionale, è parte della mission di Intesa Sanpaolo Innovation Center e Israele, oltre a essere uno dei più importanti provider di tecnologie innovative per il nostro Gruppo, è l’esempio più concreto di ecosistema innovativo di successo in cui centri di ricerca, incubatori, investitori e governo possono fornire un valido aiuto nella formazione e nella crescita delle startup più promettenti”.

Quanto a EcoMotion 2020, è uno degli eventi più importanti al mondo per quanto riguarda la mobilità del futuro e fa convergere a Tel Aviv le maggiori realtà a livello globale dell’automotive e dell’high tech. Quest’anno, a causa del diffondersi del Coronavirus, ha realizzato un Virtual Event, a cui hanno preso parte oltre 400 partecipanti. Intesa Sanpaolo Innovation Center, che da sempre partecipa all’iniziativa, ha accompagnato all’evento alcune delle più importanti realtà italiane che si occupano di mobilità, affiancandole a sette promettenti startup: Sentetic, Parkofon, Automotus, Nickelytics, V2X, Tuc e WeGlad, che, a Torino, hanno intrapreso un percorso di crescita che coinvolge anche Techstars, uno dei più importanti acceleratori internazionali.