Dea Capital, Nicola Drago entra nel cda Manolo Santilli diventa direttore generale

Novità ai vertici dei Dea Capital, la società del gruppo novarese De Agostini presieduta da Lorenzo Pelliccioli. Nicola Drago, classe 1978, laurea alla Bocconi, è stato cooptato nel consiglio di amministrazione, a seguito delle dimissioni di Marco Drago, il numero uno della famiglia. Inoltre, su proposta dell'amministratore delegato Paolo Ceretti, il cda ha approvato la nuova struttura organizzativa: a partire dal primo giorno di luglio, Manolo Santilli, attualmente responsabile finanziario, sarà direttore generale della capogruppo. Emanuele Caniggia, amministratore delegato di Dea Capital Real Estate sgr e Gianandrea Perco, amministratore delegato di DeA Capital Alternative Funds sgr, continueranno a far riferimento all’amministratore delegato Paolo Ceretti.

Per quanto riguarda il primo trimestre di quest'anno, Dea Capital ha comunicato che, al 31 marzo, aveva asset under management (attivi in gestione) per 22,051 miliardi ( +86% rispetto allo stesso giorno del 2019, grazie a quanto riconducibile alla partecipazione di maggioranza relativa in Quaestio sgr, acquisita nel novembre 2019 e non consolidata). Il risultato netto di gruppo è stato negativo per 6,6 milioni (nel primo trimestre dell'anno scorso la perdita era stata di 3,9 milioni), dovuto sostanzialmente ai mark-tomarket del portafoglio investimenti. La posizione finanziaria netta a livello di gruppo è risultata positiva per 110,4 milioni, in miglioramento rispetto ai 105,6 milioni del 31 dicembre (nel trimestre il titolo DeA Capital è entrato a far parte dell’indice Ftse Italia Mid Cap, composto dalle 60 società quotate più liquide e capitalizzate in Italia che non appartengono all'indice Ftse Mib).