Buzzi Unicem, più ricavi e meno debiti

Nel primo trimestre del 2020, i volumi di vendita realizzati dal gruppo Buzzi Unicem hanno complessivamente confermato i buoni livelli registrati nello stesso periodo dell’anno precedente, grazie alla crescita delle spedizioni realizzata in gennaio e febbraio e alla successiva prosecuzione dello sviluppo positivo negli Usa, in grado di bilanciare il brusco calo delle vendite causato dall’impatto della pandemia Covid-19, particolarmente evidente nel mese di marzo, in Italia, Lussemburgo ed Europa Orientale. Il fatturato consolidato si è attestato a 688,5 milioni, con un aumento del 4,9% rispetto ai 656 milioni realizzati nel primo trimestre del 2019.

L’indebitamento finanziario netto del gruppo di Casale Monferrato al 31 marzo 2020 ammonta a 525,2 milioni, con un miglioramento di 42,6 milioni rispetto a fine dicembre 2019. Sul dato hanno inciso investimenti industriali per complessivi 83,1 milioni (67,9 milioni il corrispondente valore nel 2019), di cui 18,3 milioni per il cosiddetto earn-out relativo all’acquisizione Cementizillo. Inoltre, a inizio marzo si è conclusa la vendita di tutte le attività della collegata Kosmos Cement Company, con la conseguente distribuzione di un dividendo pari a 162 milioni di dollari a Buzzi Unicem.