I prestiti 2019 delle banche e della Cdp scesi sotto i 140 miliardi nel Nord Ovest

Meno prestiti delle banche e della Cdp, l'anno scorso, al Nord Ovest. Al 31 dicembre 2019, infatti, è risultato di neppure 140 miliardi il totale dei prestiti bancari in essere in Piemonte, Liguria e Valle d'Aosta. Per la precisione, la somma è di 139,997 miliardi, il 4,7% in meno rispetto alla stessa data del 2018, quando ammontavano a 146,901 miliardi, quindi quasi 7 miliardi in più.

In particolare, il totale dei prestiti delle banche e di Cdp al Piemonte è sceso da 109,828 a 106,190 miliardi, quello alla Liguria da 33,923 a 30,949 miliardi e alla Valle d'Aosta da 3,144 a 2,858 miliardi.

Alla fine dell'anno scorso, nei confronti delle banche e della Cdp, in Piemonte, avevano debiti per 48,542 miliardi le imprese (53,298 miliardi al 31 dicembre 2018), per 41,445 miliardi le famiglie consumatrici (40,788 miliardi), per 8,566 miliardi le amministrazioni pubbliche locali (8,649 miliardi) e per 7,172 miliardi le società finanziarie (6,638 miliardi).

In Liguria, a fine 2019, le imprese avevano debiti nei confronti del sistema creditizio per 14,204 miliardi (16,822 miliardi), le famiglie consumatrici per 14,263 miliardi (14,107 miliardi), le amministrazioni pubbliche locali per 1,539 miliardi (1,600 miliardi) e le società finanziarie per 812 milioni (1,267 miliardi).

Infine, la Valle d'Aosta. Al 31 dicembre scorso, i debiti ammontavano a 1,465 miliardi per le imprese (1,583 miliardi a fine 2018), a 955 milioni per le famiglie consumatrici (931 milioni), a 68 milioni per le amministrazioni pubbliche della regione (79 milioni) e a 361 milioni per le società finanziarie (543 milioni).

Un'ulteriore disaggregazione dei dati di Banca d'Italia consente di scoprire che, al 31 dicembre 2019, in particolare, le piccole imprese avevano debiti bancari per 10,749 miliardi in Piemonte (11,565 miliardi alla stessa data precedente), per 2,947 miliardi in Liguria (3,256 miliardi) e per 346 milioni in Valle d'Aosta (389 milioni).