Eataly: fatturato di 527 milioni e utile di 8

Eataly, la creatura del cuneese Oscar Farinetti, ha chiuso positivamente il bilancio 2019, facendo segnare un'ulteriore crescita e conseguendo l'utile netto di 8 milioni, destinato a riserve. Il fatturato di gruppo è stato di 527 milioni (+7% rispetto al 2018), il margine operativo lordo è aumentato del 22% a 25 milioni e sono stati fatti investimenti per 22 milioni.

Il consiglio di amministrazione ha deciso di proporre all'assemblea degli azionisti di reinvestire l'intero l'utile netto in azienda e non distribuirlo come dividendo, coerentemente con l'orientamento scelto dai soci sin dall'inizio della storia di Eataly; non solo: proporrà anche un aumento di capitale fino a 25 milioni, per affrontare l'attuale situazione e per dare continuità al piano di sviluppo e di nuove aperture, preso atto anche della crescita nei primi due mesi del 2020.

Eataly rappresenta un simbolo fondamentale del made in Italy nel mondo e vogliamo costruire un'azienda ancora piu' forte e piu' sostenibile per il futuro” ha commentato Nicola Farinetti, l'amministratore delegato, aggiungendo “un futuro in cui la responsabilità sociale e la cura per l'ambiente faranno la differenza e noi saremo, come sempre, in prima linea, assieme alla buona agricoltura italiana”.