Borgosesia, tutto il profitto a riserve

Il consiglio di amministrazione di Borgosesia, holding biellese di partecipazioni quotata in Borsa ha approvato i progetti di bilancio d’esercizio e consolidato 2019, il primo dopo il perfezionamento della scissione, parziale e proporzionale, del patrimonio della controllata CdR Advance Capital a favore di Borgosesia. In dipendenza della scissione, il gruppo ha focalizzato la propria attività nel campo degli investimenti in assets alternativi, nonché in quello della gestione di questi ultimi per conto di terzi investitori.

L'utile netto consolidato è stato di 2,7 milioni (+69% rispetto al 2018) e quello della capogruppo di 79.000 euro, destinato tutto a riserve (l'esercizio precedente riportava una perdita di 366.000 euro). Il margine operativo loro consolidato è risultato di 4,1 milioni (+6,9%), il patrimonio netto di 29,6 milioni e la posizione finanziaria netta negativa per 3,9 milioni, inferiore agli 8 milioni di fine 2018.