Remunerazioni 2019 di Intesa Sanpaolo: al numero 1 Carlo Messina 4,566 milioni 945.000 euro al presidente Gros-Pietro

Il presidente Gros-Pietro con il consigliere delegato Messina
Carlo Messina, consigliere delegato e direttore generale di Intesa Sanpaolo, nel 2019 ha ricevuto compensi dalla banca che guida per 4,566 milioni di euro, ai quali vanno aggiunti 1,422 milioni in azioni. La notizia si trova nella relazione sulla remunerazione degli amministratori che verrà portata all'approvazione della prossima assemblea dei soci, il primo dei quali è la torinese Compagnia di San Paolo con il 6,790 del capitale (secondo è il fondo Blackrock con il 5,003% e terzo la milanese Fondazione Cariplo con il 4,381%).
Nella stessa relazione si trova che il presidente Gian Maria Gros-Pietro ha ricevuto 945.000 euro. Gli altri piemontesi consiglieri di amministrazione di Intesa Sanpaolo che hanno avuto compensi nel 2019 sono Maria Cristina Zoppo (240.000 euro), Bruno Picca (216.000), Luciano Nebbia (173.000), Fabrizio Mosca (175.000).
Con loro, l'anno scorso, hanno ricevuto compensi anche i consiglieri rimasti in carica fino all'assemblea dell'anno scorso: Gianfranco Carbonato (61.000 euro), Giorgina Gallo (59.000) e Paolo Vernero (23.000).

Nessun commento: