Guala vende tutta Gcl Pharma a Bormioli

Guala Closures, leader mondiale nella produzione di chiusure di sicurezza per alcolici e in alluminio per vino, nonché uno dei maggiori attori mondiali nella produzione e vendita di chiusure in alluminio per l’industria delle bevande, ha accettato l’offerta vincolante da parte del gruppo Bormioli Pharma per la cessione del 100% di Gcl Pharma, a fronte del corrispettivo di 8,9 milioni di euro basato su un Enterprise Value di 10 milioni di euro.
Gcl Pharma, acquisita nel 2009 per 3,7 milioni, ha sede in Alessandria e stabilimento produttivo a Vasto (Chieti); nel 2019 ha fatturato 8,0 milioni. La società sarà deconsolidata a partire dal primo giorno di gennaio 2020. La rete distributiva di Guala Closures continuerà a vendere i prodotti esistenti dei segmenti food e beverage di Gcl Pharma a livello internazionale, mentre la rete Bormioli integrerà la totalità della gamma farmaceutica nel proprio portafoglio di prodotto.
Marco Giovannini, presidente del gruppo, ha commentato: “Questa cessione permetterà al gruppo Guala Closures di focalizzarsi ancora di più sul core-business e nello specifico sulle chiusure a più alto valore aggiunto e con maggiori prospettive di crescita, incluse le chiusure connesse”.
Il gGuala Closures, che ha sede a Spinetta Marengo, conta oltre 4.700 dipendenti e opera in 5 continenti attraverso 30 stabilimenti produttivi e una commercializzazione dei suoi prodotti in oltre 100 paesi. Vende quasi 20 miliardi di chiusure all'anno e nel 2019 ha fatturato 607 milioni.

Nessun commento: