Conafi, perdita consolidata di 2,7 milioni

E' stata di 2,7 milioni la perdita consolidata 2019 di Conafi, la quotata torinese che opera con la controllata Prestitò nel settore dei finanziamenti contro cessione del quinto. Nell'esercizio passato, Conafi ha avuto ricavi pari a 1,4 milioni di Euro (2,7 milioni nel 2018), che includono le commissioni attive dell’attività di collocamento di finanziamenti di terzi e gli utili da cessione di attività finanziarie, i dividendi e proventi assimilati e gli altri proventi di gestione.
I costi sono stati pari a 4 milioni (6,1 milioni l'anno prima) e includono le commissioni passive, i costi del personale, e gli altri costi operativi incluse le spese amministrative. La riduzione dei costi è dovuta alla diminuzione degli oneri conseguente all’interruzione dell’attività di intermediazione. Il risultato dell’attività corrente al lordo delle imposte è negativo per 2,5 milioni di Euro (negativo per 3,7 milioni nel 2018).
La posizione finanziaria netta al 31 dicembre 2019 è attiva per 13,8 milioni, rispetto a 18,2 milioni alla stessa data del 2018: o scostamento è dovuto principalmente alla distribuzione di dividendi per un importo pari a 2,9 milioni, avvenuta nel periodo di riferimento. Il patrimonio netto consolidato è pari a 17,6 milioni, rispetto ai 23,3 milioni precedenti.
L'esercizio 2018 era stato chiuso dalla Conafi con un utile netto consolidato di 0,8 milioni.

Nessun commento: