Come la Fondazione Crt aiuta il non profit per la riprogettazione delle attività


Il Segretario generale  Lapucci e il presidente Quaglia 
La Fondazione Crt prosegue regolarmente la propria attività a sostegno delle comunità di Torino, del Piemonte e della Valle d’Aosta, assicurando il pieno supporto agli enti non profit nell'attività di progettazione e provvedendo all'erogazione dei contributi già deliberati.
Le opportunità offerte al territorio tramite i bandi vengono confermate con alcune modifiche e aggiornamenti, necessari alla luce dell'emergenza sanitaria in corso. In particolare, nel settore Arte e Cultura, il bando Esponente- per il sostegno alle mostre e ai musei - resterà aperto fino al 15 maggio: la proroga della scadenza di 15 giorni darà modo alle diverse realtà espositive, attualmente chiuse al pubblico, di disporre di una finestra temporale più ampia per presentare le domande ed eventualmente rivedere la propria programmazione culturale, senza trovarsi in difficoltà durante l'anno.
Nel settore Ricerca e Istruzione, il bando
Talenti Neodiplomati - che offre ai giovani opportunità di tirocinio all'estero subito dopo la maturità – viene rinviato al prossimo anno, in considerazione dell’attuale situazione di emergenza sanitaria globale e dell'incertezza nei prossimi mesi sulla mobilità internazionale degli studenti. Lo spirito dell'iniziativa rimane quanto mai vivo,e la Fondazione continuerà, come sempre, a dialogare con gli istituti scolastici per valorizzare il lavoro portato avanti sinora dalle scuole e dai docenti.
Per altre iniziative in ambito
Ricerca e Istruzione, invece, la Fondazione ha potuto agire in un’ottica di pronta rimodellazione. I progetti Talenti per l’Export e Talenti per il Fundraising vedono una riprogrammazione delle attività formative, che saranno fruibili a distanza, secondo modalità didattiche innovative e interattive, per trasmettere competenze e mantenere coesa la rete di giovani che si sviluppa intorno alle iniziative. Il ruolo della community dei Talenti rappresenta, più che mai in questo momento di difficoltà generale, un valore inestimabile per il territorio, che dovrà prontamente ripartire dopo la crisi.
In quest’ottica rimane viva anche la parte formativa del progetto Talenti per il Fundraising rivolta alle scuole. Anche le linee didattiche del progetto Diderot verranno rimodulate in via teledidattica o riproposte alla riapertura degli istituti.
Sul fronte Welfare, anche il percorso formativo legato al progetto "Kick off: la sfida inizia adesso" per gli enti operanti a favore delle persone con disabilità, è in fase di partenza con un adattamento di formazione a distanza. Questo permetterà agli enti stessi di continuare a tenere un dialogo con la Fondazione.Tutti gli altri bandi della Fondazione Crt rimangono confermati con le scadenze già programmate.
Più in generale, per quanto riguarda le iniziative e i progetti già programmati e oggetto di contributo, che non hanno potuto o non potranno aver luogo in questo periodo, la Fondazione Crt conferma l’ampia disponibilità a valutare
riprogrammazioni, riformulazioni dei progetti e giustificate variazioni di destinazione dei contributi stessi, onde consentire agli enti beneficiari la prosecuzione delle attività una volta superato il momento emergenziale.

Nessun commento: