Startup innovative, Torino "pecora nera" per la costituzione con modalità digitale

Al 31 dicembre 2019 sono 2.769 le startup innovative avviate, in Italia, grazie alla modalità di costituzione digitale e gratuita. Tra queste, 2.005 hanno optato per una procedura interamente online, con la validazione degli atti fondativi mediante firma digitale, tramite la piattaforma startup.registroimprese.it. A queste si aggiungono 346 imprese che hanno completato la procedura di costituzione online, ma che sono ancora in attesa dell’iscrizione nella sezione dedicata del Registro delle Imprese .
Le iscrizioni di startup innovative costituite con la nuova modalità digitale registrano un significativo rialzo nel quarto trimestre 2019, rispetto ai precedenti. Negli ultimi tre mesi, si sono iscritte alla sezione speciale 262 startup (89 a ottobre, 81 a novembre, 92 a dicembre), numero in netto rialzo rispetto alle 201 del trimestre precedente e superiore anche al dato registrato durante il quarto trimestre 2018 (216).
La prima regione per utilizzo della modalità digitale rimane la Lombardia, che consolida la sua posizione di vertice con 745 startup costituite online, oltre un quarto del totale nazionale (27,5%). In seconda e terza posizione si collocano il Veneto, con 302 (11,1%) e il Lazio, con 260 (11%). Altre regioni in cui la nuova procedura è stata utilizzata da almeno 100 startup sono Campania (205 startup), Emilia-Romagna (148), Sicilia (141), Toscana Puglia e Piemonte (tutte e tre con 117 startup). In Liguria la nuova modalità è stata adottata da 54 startup e in Valle d'Aosta da una. Passando al livello provinciale, Milano si conferma l’area più fertile per la creazione di startup innovative tramite la nuova modalità con 456 imprese avviate online (16,8% del totale nazionale). In seconda posizione c’è Roma (260, 9,6%). A grande distanza completano la top-5 Padova, con 92, Verona, con 81, e Bergamo, con 75.
Nel complesso, sono state costituite startup innovative online in 103 province. Anche in questo caso, alcuni territori molto popolosi risultano sotto rappresentati: Torino rappresenta un caso emblematico, in quanto quarta provincia in Italia per popolazione di startup innovative (376), ma con solo 40 imprese create online.