Perché il Politecnico ha riaperto Mondovì

È stato inaugurato da rettore Guido Saracco l’anno accademico 2019/2020 del Politecnico di Torino nella sede di Mondovì, con i saluti del sindaco Paolo Adriano, di Giovanni Quaglia, presidente della Fondazione Crt e di Giandomenico Genta, presidente della Fondazione Crc di Cuneo.
Da quest’anno, infatti, sono nuovamente attivi a Mondovì i corsi del primo anno di tutti i percorsi di Ingegneria, dopo dieci anni nei quali nella sede monregalese dell’Ateneo non si faceva più attività didattica.
Guido Saracco ha commentato: “Celebriamo la ripartenza della nostra azione di formatori e propulsori di innovazione e servizi alle imprese a Mondovì, resa possibile dal sostegno delle Fondazioni Crc e Crt, del Comune di Mondovì e in strettissima sinergia con l’Unione Industriale della Provincia di Cuneo. È la prima concreta realizzazione di una prospettiva che ci vedrà dare supporto ai principali distretti produttivi piemontesi, secondo le loro rispettive specializzazioni ed esigenze”.
Qui a Mondovì – ha detto ancora Saracco - oltre a erogare un primo anno di Ingegneria, si darà corso, in stretta alleanza con la Fondazione Its e le associazioni imprenditoriali locali, a una formazione professionalizzante e a corsi di Master in alto apprendistato, focalizzati sulle tematiche care all’industria manifatturiera, a vantaggio, non esclusivo, delle piccole e medie imprese. Inoltre, sono previsti laboratori a supporto delle azioni di ricerca, sviluppo e innovazione nei settori dell’agroindustria e della gestione delle acque. Analoghe iniziative sono allo studio a Biella, Alessandria e Ivrea”.
Da settembre, sono ripartite le lezioni del primo anno dei corsi di Ingegneria nella rinnovata sede dell’Ateneo, che ora ospita anche laboratori per la didattica e i servizi al territorio. A Mondovì, infatti, il Politecnico mira a sviluppare anche attività di trasferimento tecnologico in collaborazione con gli attori del territorio, quali l’Unione Industriale e il Consorzio per la gestione delle acque, collegate all’attività di sei ricercatori, che presteranno servizio proprio nella sede. Nasceranno laboratori focalizzati su alcune specificità del territorio: tecnologia e materiali innovativi per l’industria di trasformazione, tecnologie di fabbrica per il comparto agroalimentare e Ict per la gestione di processi di fabbrica e gestione della produzione.
I lavori di riqualificazione consentiranno anche di riorganizzare il laboratorio di analisi del ciclo integrato delle acque.
Sempre per venire incontro alle esigenze delle imprese del territorio, è già previsto che alcuni studenti del nuovo percorso di laurea professionalizzante in Ingegneria della Manifattura, che è stato avviato a Torino nell’autunno scorso, frequentino una parte degli studi nella sede monregalese, a contatto con il sistema produttivo locale.
Proprio per sottolineare questo legame con il tessuto produttivo e imprenditoriale, l’ospite della cerimonia di inaugurazione è stato il presidente di Confindustria Cuneo, Mauro Gola, il quale ha commentato: “Riportare il Politecnico di Torino a Mondovì ha dato il segnale che serviva al territorio e ai suoi giovani, che chiedono di inserirsi più rapidamente nel mondo del lavoro. Il lavoro è la grande mission che tutti dobbiamo darci: imprese, istituzioni e mondo della formazione. Confindustria Cuneo non poteva proprio mancare in una giornata come questa per ringraziare, innanzitutto, del coraggio e della competenza messe in campo sui vostri percorsi di studio e su tutte le altre attività innovative che proponete, ma soprattutto per assicurarvi il pieno sostegno delle nostre imprese che sono pronte ad assumersi la loro responsabilità formativa mettendo a fattor comune la propria capacità formativa. Una capacità che si concretizza in co-progettazione e confronto costanti”.
Al termine della cerimonia il rettore Saracco e il presidente di Confindustria Cuneo hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per attività congiunte legate soprattutto alla formazione e al trasferimento tecnologico: il primo atto sarà l’istituzione, nella sede di Mondovì del Politecnico, di un desk informativo gestito da Confindustria Cuneo come presenza attiva sui temi dell’innovazione, della formazione e dell’orientamento scolastico.