La Regione Piemonte rientra nella Slala


Marco Gabusi
La Regione Piemonte entra a far parte della compagine della Fondazione Slala, che si occupa della promozione del sistema logistico integrato del Nord-Ovest d’Italia, coordinando la partecipazione di tutti gli attori coinvolti.
La decisione della giunta della Regione Piemonte è stata motivata dal presidente Alberto Ciro e dall’assessore alle Infrastrutture e Trasporti, Marco Gabusi, con la considerazione che “la logistica è il futuro del Piemonte e non può che passare dalla realizzazione della Torino-Lione e del Terzo Valico”. E se il retroporto naturale della prima è rappresentato da Susa e dalla provincia di Torino, per il sistema portuale ligure questa funzione è appannaggio del Piemonte meridionale, con la provincia di Alessandria punto di riferimento principale. Il polo logistico alessandrino è infatti un progetto strategico, su cui il Governo nazionale precedente ha già investito due milioni di euro.
Va anche evidenziato che si tratta di una scelta contraria a quella dell’amministrazione regionale precedente, che aveva deciso di uscire dalla Fondazione, mentre la Giunta attuale ha voluto ritornarci, per ribadire la centralità di questo settore per il territorio e per poter partecipare attivamente alla tutela del progetto che punta a rendere Alessandria retroporto di Genova, al di là delle suggestioni che si sono affacciate e diffuse nell’ultimo periodo.
Una posizione ferma e irremovibile che - garantiscono presidente e assessore ai Trasporti - sarà rivendicata facendo diventare la Regione, che parteciperà alla cabina di regia con un proprio rappresentante, parte attiva della pianificazione.
La fondazione Slala, sede ad Alessandria, è presieduta da Cesare Italo Rossini.