In Piemonte il 2020 è l'anno del Barocco

IlBarocco è stato interpretato in Piemonte in modo del tutto peculiare e ha arricchito - tra il XVI e il XVIII secolo – l’intera regione, lasciando un importante patrimonio diffuso. Per tutto il 2020, questo patrimonio è valorizzato con grandi mostre, concerti, visite guidate, aperture straordinarie di siti, laboratori e altri momenti culturali. Un calendario di appuntamenti che coinvolge decine di associazioni, enti culturali, soggetti pubblici e privati.
"L’essenziale è Barocco", questo il nome della rassegna che, presentata a Torino, a Palazzo Madama, si snoda su tutto il Piemonte, a partire dal circuito delle 22 Residenze Reali Sabaude e dei 7 Sacri Monti, capitoli centrali della storia artistico-culturale piemontese e oggi patrimonio Unesco.
Evento principale, attorno al quale si articolano tutti gli appuntamenti, è la mostra "Sfida al Barocco - Roma Torino Parigi 1680 – 1750", con oltre 200 capolavori provenienti dai più prestigiosi musei e collezioni di tutto il mondo.
L’esposizione, progettata dalla Fondazione 1563 per l’Arte e la Cultura, grazie al sostegno della Compagnia di San Paolo, è organizzata dal Consorzio delle Residenze Reali Sabaude ed è allestita dal 13 marzo al 14 giugno negli spazi della Citroniera Juvarriana della Reggia di Venaria. Le opere esposte raccontano il viaggio nel percorso di sperimentazione tra Roma e Parigi, i due poli di attrazione dell’Europa moderna, con Torino al centro di un intenso dialogo di idee e di scambio di opere e di artisti, in una stagione di rinnovamento epocale delle arti sulla scena internazionale.
Il progetto "L'essenziale è Barocco" della Regione Piemonte è realizzato da VisitPiemonte – Regional Marketing & Promotion (la società in house della Regione e Unioncamere Piemonte, per la valorizzazione del settore turistico e agroalimentare), con il contributo di Compagnia di San Paolo, in collaborazione con la Città di Torino, il Consorzio delle Residenze Reali Sabaude e Reggia di Venaria, con il supporto del Fai - Delegazione Piemonte e Valle d’Aosta, della Fondazione Torino Musei e dell’Associazione Abbonamento Musei.