COMPLEANNI DI MARZO NELL'ECONOMIA REGIONALE

Tra i protagonisti dell'economia piemontese che compiono gli anni in marzo si trovano: Umberto Tosoni, neo amministratore delegato di Astm, principale società del gruppo Gavio, per il quale Tosoni lavora da anni ai massimi livelli. Umberto Tosoni è nato a a Roma, il 4 del 1975. Nello stesso giorno, ma a Castiglione Torinese e nel 1952, Daniele Vaccarino, imprenditore, presidente nazionale della Cna e, fra l'altro, consigliere di indirizzo della Compagnia di San Paolo.
Il 6 di marzo del 1964, in Gran Bretagna, è Michael Manley, l'amministratore delegato di Fca, chiamato al vertice del gruppo dopo la scomparsa del compianto Sergio Marchionne.
Nello stesso mese, ma il 9, sono nati Renato Renato Boero, presidente di Iren (a Torino, nel 1962) ed Elisabetta Rolando (a Torino, nel 1960), consigliere delegato di Tos, presidente di Basic Retail e di Basic Italia, oltre che consigliere di amministrazione di Basicnet, la capogruppo di Marco Boglione.
Il 10 marzo del 1963, a Torino, è nata Elisa Luciano, docente alla Facoltà di Economia dell'Università di Torino e, fra l'altro, consigliere di amministrazione di Italiana Assicurazioni, compagnia che fa capo alla Reale Mutua. Cinque giorni dopo, ma nel 1951 e a Pisa, è nato Alberto Rubegni, nuovo presidente di Astm, dopo esserne stato a lungo l'amministratore delegato.
Il 16, però in anni diversi, sono nati Fabrizio Cellino (a Torino, nel 1971), amministratore delegato dell'omonima società e consigliere di indirizzo della Compagnia di San Paolo, Antonella Musy (Torino, 1968), noto avvocato e consigliere di amministrazione della Buzzi Unicem, blue chip di Casale Monferrato e Gabriella Tua (Biella, 1969), commercialista, consigliere di amministrazione di Cdr Advance Capital, società quotata in Borsa, attualmente sospesa.
Il 17 è il compleanno di Gustavo Denegri (nato a Torino, nel 1937), presidente e principale azionista della Diasorin, la società di Saluggia che è una regina della Borsa Italiana. Prima di diventare imprenditore e anche filantropo, Gustavo Denegri è stato un top manager.
Tre giorni dopo viene festeggiato Claudio Recchi (Torino, 1955), imprenditore dell'omonima famiglia che ha costruito grandi infrastrutture in tutto il mondo. Claudio Recchi è anche uno “storico” consigliere di amministrazione della Cir, il cui controllo appartiene alla Fratelli De Benedetti.
Il 22 del 1968, ad Asti, è nato Gian Mauro Perrone, laurea in Ingegneria aeronautica al Politecnico di Torino, consigliere di amministrazione della Ferrero, il gruppo dolciario di Alba per il quale lavora da oltre due dozzine d'anni, con crescenti responsabilità. Due giorni dopo festeggia Luigi Lana (nato a Milano, classe 1951), presidente della Reale Mutua, subentrato al mitico Iti Mihalich, oltre che di diverse società del gruppo assicurativo torinese.
Il 25 del 1963, a Casale Monferrato, è nato Michele Buzzi, amministratore delegato dell'impresa cementiera di famiglia, la Buzzi Unicem, che, fra l'altro, fa parte delle 40 principali quotate alla Borsa di Milano. E due giorni dopo, il 27 appunto, compie gli anni Enrico Buzzi (nato a Casale Monferrato, nel 1938), presidente della Buzzi e numero uno dell'omonima famiglia.
Invece, il 26 del 1968, a Biella, è nato Pietro Sella, amministratore delegato e direttore generale di Banca Sella Holding, a capo dell'omonimo gruppo presieduto dal padre Maurizio. Ingegnere gestionale, padre di cinque figli, alpinista, passione per la fotografia e la finanza hi-tech, Pietro Sella si trova al vertice anche di diverse società dello storico gruppo biellese.
Il 30 del 1950, a Paesana, è nato Bruno Picca (nella foto), consigliere di amministrazione di Intesa Sanpaolo, gruppo dove ha lavorato ininterrottamente per 40 anni, dal 1976 al 2016, quando ha lasciato gli incarichi operativi per prendere posto nel cda. Iscritto all'Ordine dei commercialisti, dopo brevi occupazioni alla Fondazione Agnelli e alla Sip, entra, appunto, nel “vecchio” San Paolo, dove ha assunto responsabilità sempre maggiori. Fra l'altro, è stato amministratore delegato del controllato Banco di Napoli e presidente di Sanpaolo Imi international.