Compagnia di San Paolo lancia un bando per fare "muovere" giovani e "over 65"

L'attività fisica regolare aiuta a migliorare la salute fisica e mentale, la qualità della vita e il benessere generale delle persone e promuove l’inclusione sociale, l’educazione, la cittadinanza attiva e la socialità. Ma, in Italia, un bambino su cinque in Italia non pratica sport e il 34,5% delle persone tra i 18 e 69 anni è sedentario. Eppure il 55% di giovani, in Piemonte e Liguria, identificano le strutture sportive come luogo di aggregazione sociale maggiormente frequentato.
Ecco, perciò, il bando “Muoviamoci!”, con il quale la Compagnia di San Paolo intende contribuire a sostenere e diffondere, nella città di Torino, l’attività fisica e sportiva come strumento di prevenzione e di promozione di corretti stili di vita, di inclusione, di educazione e di cittadinanza attiva.
In particolare, il bando promuove: l’adeguamento degli immobili, delle aree scoperte e delle aree verdi a uso sportivo esistenti nel comune di Torino, il sostegno ad azioni volte a favorire la connessione tra l’attività fisica e sportiva e la promozione della salute, l’inclusione, i percorsi educativi e i progetti di cittadinanza attiva/socialità. Beneficiaria ultima del bando è tutta la popolazione torinese, con priorità per quella di età compresa tra 0 e 29 anni e over 65.
La disponibilità complessiva è di due milioni di euro. Le richieste dovranno essere presentate entro e non oltre le ore 13 del 15 aprile 2020.