Come combattere l'influenza di stagione ecco la lista degli alimenti consigliati

Al di là della psicosi da coronavirus, in questi giorni entra sul serio, nel suo picco, l’influenza per così dire “normale”, quella che ogni inverno, soprattutto nel mese di febbraio, colpisce milioni di italiani. Il vademecum per non ammalarsi, o in ogni caso per guarire il prima possibile e al meglio, è noto, anche se la Fondazione Grana Padano ha provato ad essere un po’ più precisa, dando indicazioni specifiche su come nutrirsi”.
Lo scrive First&Food, il portale di enogastronomia e dell'eccellenza agroalimentare realizzato da Firsonline. Aggiungendo subi: “E quindi, oltre al consueto consiglio di bere tanto (due litri al giorno), di riposare e di assumere molte vitamine e fibre, prediligendo i prodotti a crudo o la cottura a vapore (soprattutto per le verdure, in modo da conservare una buona quantità delle vitamine e dei sali minerali presenti nei vegetali freschi), ecco alcune dritte su cosa mangiare”.
L'elenco comincia con frutta ricca di vitamina C (kiwi, arance, ma anche fragole, anche se non è un frutto di stagione); verdure ( ptare per pomodori, peperoni crudi, che sono più ricchi di vitamina C, broccoli, cavolfiori, cavolo cappuccio, spinaci e rucola); frutta secca a guscio, come noci, nocciole, mandorle e pistacchi, in quanto ricca di vitamine e minerali importanti, come zinco, magnesio e potassio e grassi “buoni”, come gli Omega-3 (la frutta secca può essere consumata al naturale - un pugnetto, 20-25 grammi circa - oppure può essere aggiunta alle insalatone o allo yogurt).
Poi: latte e derivati; carne, sia rossa (in questo caso) che bianca; pesce, sia fresco che surgelato, poiché ricco di zinco, che aiuta a combattere le infezioni (va consumato almeno tre volte a settimana, scegliendo preferibilmente quello azzurro: sardine, palamita, aringa, acciughe, sgombro e il salmone, per il maggior contenuto di Omega-3.
E ancora: legumi, come ceci, fagioli, fave, piselli, lenticchie, che apportano molte proteine vegetali, vitamine, sali minerali come il ferro, fibre e hanno un basso indice glicemico; cereali integrali (pasta, pane, riso, farro, orzo); spezie ed erbe aromatiche come pepe, curcuma, curry, paprika (dolce o piccante), cannella, zenzero, basilico, prezzemolo, salvia, rosmarino, in quanto ricche di antiossidanti.