Riciclo plastica, leadership Iren Ambiente in seguito all'acquisizione dell'80% I.Blu

Iren, che controlla interamente Iren Ambiente, società attiva nella gestione integrata dei rifiuti, ha siglato un accordo preliminare con la società Idealservice, al fine di acquisire (attraverso la stessa Iren Ambiente) l’80% del capitale sociale di I.Blu, il cui restante 20% continuerà a fare capo a Idealservice, società cooperativa che opera nel settore dei servizi ambientali e di facility management. I.Blu opera nel mercato del recupero delle plastiche con due impianti, rispettivamente a San Giorgio di Nogaro (Friuli-Venezia Giulia) e a Cadelbosco (Emilia-Romagna), dedicati alla selezione della plastica da avviare a recupero e riciclo; oltre che con l'impianto di Costa di Rovigo (Veneto), attivo nel trattamento di rifiuti in plastica per la produzione di Blupolymer (polimero per usi civili) e Bluair (“agente riducente” per gli impianti siderurgici).
Il piano industriale di I.Blu prevede un ulteriore sviluppo impiantistico nel trattamento del plasmix, che costituisce oltre il 50% della plastica attualmente non recuperabile a valle della raccolta differenziata.
L’accordo prevede che l’acquisizione avvenga dopo la cessione del ramo di azienda relativo agli impianti multimateriale, da I.Blu a Idealservice, per un totale di otto impianti di selezione rifiuti in Italia che Idealservice gestirà direttamente, Prevede, inoltre, la definizione di un accordo quadro tra Idealservice e Iren Ambiente per la subfornitura di eventuali e ulteriori impianti multimateriale di I-Blu e Iren e la definizione di una partnership con Idealservice, per la gestione dei servizi di raccolta di rifiuti solidi urbani nelle aree del Nord Italia, con la finalità di creare sinergie ed efficienze di progetto.
L’operazione consente a Iren Ambiente di divenire leader tra gli operatori nazionali nella selezione delle plastiche Corepla e nel trattamento del plasmix, accelerando lo sviluppo impiantistico di Iren Ambiente, che prevede la costruzione di un impianto css nel Nord-Ovest e un impianto di trattamento del plasmix.
Il corrispettivo pagato da Iren per l'80% di I.Blu è pari a 16 milioni di euro, che, tenuto conto dell'indebitamento finanziario netto di I.Blu, corrisponde ad un enterprise value di 47 milioni di euro. Il fatturato pro-forma di I.Blu per il 2019 risulterà pari a 46 milioni e un ebitda pro-forma di 7,5 milioni. Marco Riboli, presidente Idealservice, rivestirà anche la carica di presidente di I.Blu.

Nessun commento: