Mattioli, gioielli da 70 milioni di euro

Licia Mattioli
E' salito a 70 milioni, nel 2019, il fatturato della Mattioli, la società torinese di gioielli guidata da Licia Mattioli, vice presidente di Confindustria e della Compagnia di San Paolo, oltre che consigliera di amministrazione di diverse società, anche quotate. La notizia è emersa da Vicenzaoro January, manifestazione dove Mattioli ha presentato la sua nuova campagna, con la quale la Casa celebra le donne, la passione per i gioielli e le proprie radici italiane.
A Vicenzaoro January, la jewelery house torinese ha svelato la nuova immagine, puntando anche a a consolidare la sua presenza internazionale. Protagonisti della campagna sono i gioielli delle collezioni Puzzle, Chips,Tibet, Siriana, Aspis, Aruba, Navettes, Yin Yang, Hiroko, X-Band e i masterpieces delle collezioni Rêve_r Fireworks.
A Vicenzaoro – ha raccontato Marco Ugona, direttore commerciale e marketing di Mattioli a Pambianconews– l’azienda scommette sulle nuove estensioni della collezione Puzzle, svelata in nuovi toni pastello e della collezione Rêve_r, in cui abbiamo introdotto un’ampia gamma di anelli, orecchini e girocolli, destinati anche a un pubblico più giovane. Nelle nostre nuove proposte diamo molto spazio all’oro e sperimentiamo sempre di più con pietre dure come il turchese, l’onice e il corallo”.
Mattioli, che ha chiuso il 2018 con ricavi per circa 50 milioni, vede l’export generare il 90% del fatturato. I mercati di riferimento, dopo l’Unione Europea, sono la Russia, gli Stati Uniti e il Giappone.
Al lancio di una nuova campagna è stato affiancato anche un nuovo sito web, vera e propria vetrina dove gli utenti possono percepire la passione della Mattioli per l’artigianalità italiana. Tra le nuove funzionalità online uno store locator, per trovare velocemente i rivenditori ufficiali più vicini (grazie alla geolocalizzazione), la possibilità per i clienti finali di iscriversi alla newsletter per ricevere in anteprima le ultime novità su collezioni e offerte e, a breve, un nuovo e-commerce.
“La nuova sezione e-commerce – ha detto ancora Ugona a Pambianconews – sarà attiva dal prossimo mese, ma la sua offerta, pur molto ampia, non coprirà l’intera gamma Mattioli. L’e-commerce è un canale fondamentale come vetrina, ma crediamo che l’acquisto, sicuramente quello dei pezzi più costosi, debba completarsi nel canale fisico”.